Natura
di Giulio Pons 26 Agosto 2019

La storia degli ultimi due rinoceronti bianchi

Sono rimaste solo due femmine di rinoceronte bianco del nord, riusciranno gli scienziati a salvare la specie?

Il rinoceronte bianco africano del nord si sta per estinguere, ne esistono infatti solo due esemplari. Questa situazione è dovuta al suo corno che non è fatto di avorio, ma bensì di cheratina come le nostre unghie. Avete letto bene. Quindi non è colpa del corno, ma della incredibile stupidità dell’uomo.

Purtroppo nei paesi orientali si ritiene che questo corno abbia ampie qualità medicamentose e ciò ne ha spinto in alto il prezzo, ha portato al bracconaggio e, ormai, all’estinzione. Ovviamente delle sue proprietà mediche non c’è traccia significativa in alcun testo scientifico.

Il rinoceronte bianco africano, del Nord e del Sud

Torniamo agli ultimi esemplari. Il rinoceronte bianco africano ha due sottospecie, quella del Nord e quella del Sud. Quello ormai estinto è quello del Nord, nel 1960, si valutava che ne esistessero 2360 esemplari in libertà,  ma bracconaggio e guerre civili fecero scendere il numero a solo 15 esemplari nel 1984, tutti in un parco nazionale in Congo. Negli anni successivi le azioni per proteggere questi animali diedero dei buoni risultati tanto che nel 2003 ne vennero censiti 30. Ma, come si sa basta perdere un po’ l’attenzione e in un attimo ecco il disastro del bracconaggio: nel 2003 non ci sono più rinoceronti bianchi del Nord liberi nel parco nazionale Garamba.

Gli ultimi quattro rinoceronti bianchi del Nord: Fatu, Najin, Sudan e Suni

Scatta allora la conta mondiale e vengono passati in rassegna gli zoo. Ci sono ancora due femmine di rinoceronte bianco nate in cattività in uno zoo della Repubblica Ceca, si chiamano Najin e Fatu e sono madre e figlia. Vi sono anche altri due maschi Sudan e Suni e nasce un progetto internazionale per riportare tutti i rinoceronti sparsi nel mondo a Ol Pejeta, una riserva in Kenya. Nel 2009 sono tutti e quattro insieme, nel loro ambiente naturale in Africa, ma nonostante ciò gli animali non si riproducono più naturalmente, nel 2014 muore Suni e a marzo del 2018 muore Sudan.

Ecco allora che dove la natura non può farcela più da sola, ci prova l’uomo e dopo tanti danni vediamo se riesce a sistemare le cose! E’ notizia di questi giorni che una equipe di veterinari e biologi esperti sono riusciti a prelevare alcuni ovuli dalle due femmine, dopo che nel 2018 venne congelato lo sperma dell’ultimo maschio. Un altro gruppo di scienziati, nel frattempo, è al lavoro per ampliare il patrimonio genetico altrimenti troppo scarso per portare avanti la specie e sta cercando di assemblare artificialmente nuovi gameti dai tessuti epiteliali di 12 rinoceronti bianchi opportunamente conservati.

Visto che né FetuNaijn sono in grado di sostenere una gravidanza, la fecondazione in vitro verrà poi portata avanti da esemplari della subspecie del Sud. Se mai si dovesse riuscire in questa complicatissima operazione c’è da sperare che il puro rinoceronte bianco del Nord partorito da rinoceronti bianchi del Sud sia effettivamente in grado di riprodursi e che non sia un ibrido sterile.

Staremo a vedere, a detta di tutti le possibilità di farcela sono poche e comunque la specie è già classificata come estinta in natura. Questa ricerca speriamo almeno permetta di essere più pronti a salvare la prossima specie che porteremo sull’orlo dell’estinzione.

 

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

17,00 €

KIT OUTFIT “MI AMI Festival 2020”

KIT OUTFIT “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
10,00 €

-GIGA +FIGA

100% cotone Maglietta nera Serigrafia con slogan minimalista per nerd con stile. Gli ordini saranno evasi dopo il MI AMI.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Marino Neri

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Marino Neri Marino Neri è fumettista e illustratore. I suoi libri a fumetti sono Il Re dei Fiumi (Kappa Edizioni, 2008) e La Coda del Lupo (Canicola, 2011), tradotti e pubblicati anche in differenti lingue e paesi. I suoi disegni sono apparsi su riviste nazionali e internazionali e ha partecipato a diverse esposizioni collettive e personali in tutta Europa. Nel 2012 il Napoli Comicon e il Centro Fumetto Andrea Pazienza gli assegnano il Premio Nuove Strade come miglior talento emergente. È attualmente al lavoro sul suo nuovo libro a fumetti Cosmo. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Locandina de "Il Film del Concerto" di Andrea Laszlo De Simone

Locandina numerata e autografata del Film del Concerto di Andrea Laszlo De Simone con l'Immensità Orchestra, in triennale di Milano. L'illustrazione originale della locandina è a cura di Irene Carbone, illustratrice e fumettista torinese con studi alla Scuola Internazionale di Comics, dal 2015 nel duo creativo Irene&Irene e da tempo coinvolta nel progetto Andrea Laszlo De Simone per la realizzazione delle copertine dei dischi "Immensità" ed "Ecce Homo", i video d'animazione "11:43" e "Sparite Tutti", oltre ad aver ideato la creatività della cover digitale di "VIVO". Per “Il Film Del Concerto” ha realizzato a mano un'opera che riconduce al migliore immaginario cinematografico di Federico Fellini. L'opera sarà stampata in pochissime copie in edizione limitata, autografate dagli artisti.  
70,00 €

SERIGRAFIA "SE MI AMI VALE TUTTO" - ed. limitata firmata - MI AMI 2014

Serigrafia ufficiale della 10° edizione del MI AMI 2014 dimensioni: 50x50 cm stampata a 2 colori (nero + argento) edizione limitata di 50 esemplari ognuna numerata e firmata dall'artista disegnata da Alessandro Baronciani serigrafata a mano da Corpoc venduta non incorniciata (spedita arrotolata in un tubo) disponibili anche la versione UOMO+UOMO e DONNA+DONNA Gli ordini saranno evasi dopo il MI AMI.
5,00 €

Borsa "MI AMI Festival 2017"

La borsa ufficiale del “MI AMI Festival 2017” disegnata da Viola Niccolai serigrafata a mano da Legno. Bag bianca cotone con illustrazione rosa.
5,00 €

SHOPPER "MI AMI Festival 2020"

Shopper ufficiale “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids. Bag bianca cotone con illustrazione multicolor. La shopper che avresti voluto acquistare. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Moneyless

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Moneyless Nato a Milano nel 1980 Teo Pirisi aka Moneyless. Per anni ha ricercato e investigato i diversi aspetti delle forme e degli spazi geometrici come artista visivo. Dopo essersi diplomato all’Accademia d’Arte di Carrara (corso multimedia), Teo ha frequentato un corso di Design della Comunicazione all’Isia di Firenze. Contemporaneamente sviluppa una carriera artistica che lo porta ad esibire i suoi lavori in spazi pubblici e luoghi abbandonati.Teo è anche graphic designer e illustratore freelance; negli ultimi anni ha partecipato a diverse esibizioni collettive e personali in Italia e nel mondo. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >