I bellissimi fari del sud messi in vendita dallo Stato

Questi bellissimi fari non sono più patrimonio dello Stato Italiano

Society
di Simone Stefanini facebook 13 aprile 2015 13:44
I bellissimi fari del sud messi in vendita dallo Stato

Si discute molto sui beni e sulle aziende statali che vengono messi in vendita per risanare il bilancio. La nostra, più che una posizione politica, è una malinconia, specialmente quando si va a toccare architetture evocative, romantiche e simboliche come le seguenti.

Questo è il pacchetto di fari (le torrette che emettono segnali luminosi per aiutare la navigazione) che sono andati all’asta nel dicembre scorso:

Si tratta del faro di Capo d’Orso (Sardegna) [foto via]0152-nick-hadr-edit-IIF02

 

del faro di Domus de Maria (Sardegna) [foto via]

75839_faro-capo-spartivento_

 

del faro di Capo Comino (Sardegna) [foto via]

faro-capo-comino-siniscola1-720x400

 

del faro di Ustica (Sicilia) [foto via]

mare mosso faro gallery

 

del faro di Augusta (Sicilia) [foto via]

maxresdefault

 

del faro di Levanzo (Sicilia) [foto via]

news182_1

 

e del faro di Ischia (Campania) [foto via]

03

In ogni caso, nessuno degli acquirenti sogni di farci cosa vuole: lo Stato li dà solo in concessione ai privati (alcuni per 50 anni, altri per 99 anni). Tra gli altri beni messi all’asta online dallo Stato: l’ex convento a San Domenico Maggiore Molteoliveto (Taranto), un castello del 1400 a Gradisca d’Isonzo (Gorizia), Casa Nappi a Loreto e l’isola di Poveglia a Venezia.

Avete notizie su chi li ha comprati? Fatevelo sapere nei commenti.

 

COSA NE PENSI? (Sii gentile)