Society
di Simone Stefanini 7 Marzo 2016

Kim Kardashian è nuda su Twitter, ancora

Inizia a sfuggire il senso di questa sovraesposizione nudista della moglie di Kanye West

kim-kar Kim Kardashian Twitter

 

Non so voi, ma a me inizia a sfuggire il senso di certe cose. Tipo: vado su Twitter e trovo un selfie della signora Kim Kardashian coniugata West coi capelli biondi di stoppa, simili a quelli di Maga Magò e poi tutta nuda. La didascalia, inquietante come un tema delle medie che parla di violenza domestica, recita: Quando non hai niente da mettere LOL.

 

 

Ora, a parte che il LOL non si usa più, alla stessa stregua del Poke su Facebook o dello squillo dal cellulare, ma poi cosa vuole questa donna da me? Perché mi costringe a guardare le sue enormità nude almeno una volta al mese, con la finalità di farmi perdere l’appetito sessuale una volta per tutte?

Già che anche suo marito, quel Kanye West che mi vendete tutti come genio, a volte non lo capisco, ma almeno lui sa fare qualcosa e quindi le sue stranezze (tipo l’ultima, mettere in streaming il suo album su PornHub) fanno parte del personaggio.

Kim invece? Senza googolare, perché altrimenti è scorretto, vi dico che di lei so due o tre cose, cioè che ha un tot di sorelle che sono anche loro famose a caso, che è la protagonista di un sextape con Ray J che ho visto più volte senza capirne la trama e senza eccitarmi, perché la Kim anche quando fa i POV ti guarda come se tu fossi un poveraccio. L’ultima sua fatica che io ricordi è quando ha cavalcato la moto di Kanye nel pluriparodiato video Bound 2.

Poi solo tette, tette e tette, fino alla nausea.

 

 

Non ce l’ho mica col nudo, intendiamoci. Ad esempio, Miley Cyrus la capisco, sta seguendo un percorso artistico che pure se sembra estremo, è in linea con la sua fase di sperimentazione anche musicale. Perché allora Kim Kardashian mi sembra uno strano ibrido iper proteico di Paris Hilton e Sara Tommasi?

Solo negli ultimi tempi ha regalato al mondo perle tipo quella qui sotto, in cui illustra il modo per far stare su le tette col nastro adesivo.

 

Today on my app see the red carpet cleavage tape trick I’ve been doing for years!

Una foto pubblicata da Kim Kardashian West (@kimkardashian) in data:


Il suo Twitter è pieno di foto artistiche del suo culo, che come il pesce ratto di Fantozzi può piacere o non piacere, viste anche le sue dimensioni da un biglietto e mezzo al cinema. Ecco, anche questa battuta è volgare e vorrei non averla fatta, ma è terribilmente difficile, perché il suo corpo è ovunque e non riesco a capirne il motivo.

Perché quando si spoglia lei è una roba che deve finire in prima pagina dei quotidiani seri e se invece si spoglia una Raffaella Fico o una Francesca Cipriani le bolliamo come roba trash buona solo per le riviste in sala d’aspetto dalle parrucchiere?

È una domanda vera, se ne sapete più di me scrivetelo pure nei commenti.

 

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

17,00 €

KIT OUTFIT “MI AMI Festival 2020”

KIT OUTFIT “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
5,00 €

Borsa "MI AMI Festival 2017"

La borsa ufficiale del “MI AMI Festival 2017” disegnata da Viola Niccolai serigrafata a mano da Legno. Bag bianca cotone con illustrazione rosa.
35,00 €

KIT DEL SINGLE "MI AMI Festival 2020"

KIT DEL SINGLE “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper due kit semi: un kit passiflora, peperoncino, melanzana e un kit mimosa, pisello, salvia due lattine bevanda del desiderio Il kit che avresti amato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Alessandro Ripane

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Ripane Alessandro Ripane è nato a Genova nel 1989. Ha vissuto e lavorato in Svezia. A causa della mancanza di animali selvaggi nella città di Genova, Alessandro si è comprato molti libri sull’argomento. A causa della mancanza di supereroi nella città di Genova, Alessandro si è comprato un sacco di fumetti a tema. È diventato quindi un esperto in entrambe le categorie, anche se ora disegna un po’ di tutto, tranne gli alieni, perché non è sicuro di come siano vestiti. Ora è impegnato a combattere la caduta dei capelli, a comporre una sofisticata musica del futuro, a imparare come disegnare gli alieni e a guardare tutti i film sui mostri e gli zombi che non ha ancora visto. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
70,00 €

KIT DELL'AMORE "MI AMI Festival 2020"

KIT DELL'AMORE “MI AMI Festival 2020” Contiene: due t-shirt due shopper quattro kit semi: due kit passiflora, peperoncino, melanzana e due kit mimosa, pisello, salvia quattro lattine bevanda del desiderio Il kit che avresti amato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.  
25,00 €

KIT GARDENER "MI AMI Festival 2020"

Kit GARDENER “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper due kit semi: un kit passiflora, peperoncino, melanzana e un kit mimosa, pisello, salvia Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
5,00 €

KIT SEMI "MI AMI Festival 2020": MIMOSA, PISELLO, SALVIA

Kit semi misti “MI AMI Festival 2020”, grafica disegnata da Alkanoids. Il desiderio che avresti voluto piantare. Il kit ufficiale contiene: Mimosa Pudica Denominata anche la Sensitiva, la Mimosa Pudica è così casta che basta sfiorarla per innescare una timida reazione nei suoi rami. Al minimo tocco, infatti, le foglie si ripiegano su se stesse, mentre il picciolo si abbassa, creando un danzante movimento con i suoi leggeri fiori rotondi. Oltre a fuggire da incontri hot con oggetti e persone, questo comportamento la caratterizza nelle ore notturne, evitando così incontri ravvicinati. Pisello Viola Désirée Il Pisello Viola è un varietà molto antica, dall’aspetto affascinante per il suo insolito colore, al suo interno, invece, conserva la sua tipica tinta verde. Come ogni varietà è un simbolo -oltre fallico- lunare, nei sogni infatti è sinonimo di fecondità. Molto apprezzato per il suo sapore delicato è l’ideale per zuppe e principesse dal gusto raffinato e desiderose di riposare su un raro ortaggio. Salvia Rossa Famosa per essere utilizzata da Cleopatra come afrodisiaco, la Salvia è una pianta carica di proprietà. Oltre ad accendere la libido negli amanti, è portatrice di sogni profetici, piacere fisico e fertilità. La forma e l’aspetto rugoso del fogliame le donano la nomina di lingua vegetale, per gli animi più romantici la Salvia Splendens, o Rossa, ricorda la sagoma di un cuore. Contiene desiderio, come è giusto che sia fatene l’uso che preferite. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di VitoManoloRoma

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari VitoManoloRoma Attualmente vive a Milano e lavora come freelance in qualità di grafico, illustratore, animatore e fumettista. Si forma presso il Liceo Artistico statale di Busto Arsizio, poi la compagnia di teatro sperimentale Radicetimbrica e termina gli studi al Politecnico di Milano dove si avvicina al Graphic Design. Durante i primi anni di professione come progettista e illustratore in alcuni studi di grafica milanesi, continua a disegnare e partecipa a mostre collettive di illustratori, fra le quali «Spaziosenzatitolo» (Roma), «Doppiosenso» (Beirut) e «Manifesta» (Milano). Con il collettivo di satira a fumetti L’antitempo fonda l’omonima rivista con la quale vince il Premio Satira 2013 come miglior realtà editoriale italiana. Appassionato di musica africana, afroamericana e jamaicana, colleziona vinili che seleziona con i collettivi Bigshot! e Soulfinger nei locali neri e non di Milano. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >