Society
di Simone Stefanini 28 febbraio 2018

Tornano le Olimpiadi Invernali di Toritto (Bari), lo scherzo diventato virale come le Olimpiadi vere

Le Olimpiadi invernali di Toritto sono l’evento fake della stagione, perfette per chi voglia tuffarsi nella neve anche in Puglia

L’Italia è sotto la morsa del gelo e sta nevicando un po’ ovunque, è il momento per rispolverare un evento che l’anno scorso ha fatto faville: le Olimpiadi Invernali di Toritto.

Toritto è un comune di neanche 9.000 abitanti in provincia di Bari, scelto per via dell’assonanza con Torino, teatro delle vere Olimpiadi Invernali del 2006. Il fatto è che in Puglia non nevica proprio ogni anno e allora due ragazzi già noti per aver ideato divertenti eventi fake, l’anno scorso ci hanno provato con gli sport invernali, saccheggiando grafiche e immaginario di Torino 2006 per lanciare le proprie Olimpiadi DIY.

Lo scherzo ha attirato la simpatia di un sacco di gente e dai social è approdato persino in tv, menzionato persino dalle vere testate giornalistiche. Quest’anno, vista la riproposizione della neve anche al sud, è stato lanciato di nuovo l’evento. Abbiamo fatto qualche domanda agli organizzatori.

 

Com’è nato questo evento?
Le Olimpiadi invernali di Toritto sono nate l’anno scorso (gennaio 2017) in occasione delle copiose nevicate che colpirono particolarmente la puglia e regioni limitrofe per un’intera settimana. Un evento che è nato e cresciuto su Facebook, alimentato da decine di testimonianze video di improbabili gare che hanno un unico comune denominatore: la neve. Salti nel vuoto, snowboard trainati, sciatori urbani, tuffi nella neve e chi più ne ha, più ne metta. Toritto (piccolo comune in provincia di Bari), fa da parodia a quelle vere che si sono svolte a Torino nel 2006. Naturalmente si tratta di un fake con tanto di pagina ufficiale e di veste grafica simile all’originale con cinque taralli al posto dei cinque cerchi olimpici.

Chi ha avuto l’idea delle Olimpiadi invernali a Toritto?
Idea di Gianni L’Abbate, 26 anni di Polignano a Mare, laurea in comunicazione e social media, e Antonio Conte 29 anni di Locorotondo, musicista e già ideatore di altri eventi fake come il Coachellamare (Cellamare Music Festival) e Festival di Santeramo.

Quali sono gli “sport” ammessi alle vostre Olimpiadi?
Si va dallo sci al nuoto, dal ciclismo al bowling passando per il tuffo dall’ulivo, alle spericolate discese sullo slittino e altre follie simili, con tanto di classifica giornaliera per il medagliere.

Com’è andata l’edizione del 2017?
La “medaglia d’oro” è toccata ad Altamura (Ba), seguita da Toritto e Santeramo. Un fenomeno che ha spopolato sui social e che in soli tre giorni (dall’Epifania all’ 8 gennaio) ha raggiunto 1 milione di visualizzazioni, più di 4000 post, 800 video pubblicati e un incontrollato numero di like, condivisioni e commenti. L’eccezionale evento ha persino attirato l’attenzione dell’ex tuffatrice e medaglia d’oro Tania Cagnotto e del cantante Gianni Morandi e quasi tutte le testate giornalistiche e diverse comparsate in TV tra “Quelli che il calcio”, “Mediaset Premium Sport” e “Propaganda Live”. Abbiamo poi organizzato una super serata premiazione, grazie ad amici ed esercenti locali, proprio a Toritto in piazza con oltre 3000 presenti a festeggiare la consegna delle medaglie ai migliori contenuti arrivati. Abbiamo fatto partire una campagna crowdfunding di vendita gadget e magliette dell’evento di cui i ricavati sono andati a interamente all‘Associazione di volontariato In.Con.Tra., che durante questa emergenza freddo e gelo, ha assistito e aiutato decine di senza fissa dimora nella città di Bari.

Davvero niente male per un evento fake. Cosa dobbiamo aspettarci dall’edizione di quest’anno?
Per questo 2018 abbiamo solo aspettato che nevicasse abbastanza per far ripartire l’onda. Proprio oggi abbiamo lanciato l’evento. Partecipate in tanti e non fatevi male!

Il logo della prima edizione  Il logo della prima edizione

CORRELATI >