pubblicità giapponesi assurde
Society
di Simone Stefanini 5 Agosto 2016

Un canale Youtube ha raccolto le più pazze pubblicità giapponesi del 2016

Vi annoiate sotto l’ombrellone? Giungiamo in vostro aiuto con un oceano di pubblicità giapponesi completamente folli da gustare una dopo l’altra

 

Giappone, paese del Sol Levante, dei manga, dei ninja, della spiritualità e della follia. Non stiamo nemmeno a dirvi quanto ci piaccia la loro insanità mentale, ne siamo totalmente soggiogati e se ci seguite, sapete di cosa stiamo parlando.

Oggi, per il momento WTF della giornata, vi mostriamo il meglio (o il peggio, dipende dai casi) delle loro pubblicità, tanto folli quanto divertenti. Nel video qui sopra, si parte con una gang di gatti motociclisti, per passare veloci a un tipo che se la fa addosso in tram e a un altro che balla in mutande percuotendosi la faccia come se fosse una cosa da persone per bene.

Un milione di canzoncine demenziali, delfini panda, balletti al limite del codice penale, pervertiti di ogni tipo, pure Jude Law nella pubblicità della Pepsi. Abbiamo anche trovato il nostro supereroe definitivo, quello che pubblicizza i noodle con una teglia in testa.

 

 

Fortunatamente, per raggiungere il climax dell’estate ci viene in aiuto un prezioso canale YouTube, JPCMHD, che raccoglie lunghe compilation di pubblicità giapponesi assurde, da 10 minuti e passa, in cui perdersi nel vasto oceano del nonsense, tra samurai, uomini polpo e ragazzine mezze nude solo per pubblicizzare un gioco in 16 bit sul telefono.

 

 

Sappiamo che vi state annoiando sotto l’ombrellone, quindi vi facciamo vedere altre assurdità, tipo l’allenatore di pallavolo che diventa l’uomo prugna, i gemelli siamesi che fanno un duetto e l’immancabile vecchio porco che conquista la giovane in ascensore grazie al suo talento nel tagliare a metà i chewing gum.

Una cosa è certa: alle nostre pubblicità odierne manca il jingle di quelli che si attaccano al cervello, cosa di cui invece i giapponesi sono ghiotti, come si evince dalla visione in loop di queste facezie.

 

FONTE | ufunk

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

5,00 €

Borsa "MI AMI Festival 2017"

La borsa ufficiale del “MI AMI Festival 2017” disegnata da Viola Niccolai serigrafata a mano da Legno. Bag bianca cotone con illustrazione rosa.
15,00 €

Maglietta "La bellezza fa 40"

100% cotone Maglietta bianca Gildan Heavy Cotton Illustrazione di Alessandro Baronciani per la mostra "La bellezza fa 40" Serigrafata a mano da Corpoc.
5,00 €

BEVANDA DEL DESIDERIO "MI AMI Festival 2020"

Lattina ufficiale “MI AMI Festival 2020”, grafica disegnata da Alkanoids. Contiene desiderio, come è giusto che sia fatene l'uso che preferite. La bevanda che avresti voluto bere.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.  
15,00 €

Maglietta Better Days calligrafica

100% cotone Modello unisex Serigrafia con scritta "Better Days" creata da calligrafo Bizantino Perché c'è sempre bisogno di giorni migliori
5,00 €

SHOPPER "MI AMI Festival 2020"

Shopper ufficiale “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids. Bag bianca cotone con illustrazione multicolor. La shopper che avresti voluto acquistare. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
17,00 €

KIT OUTFIT “MI AMI Festival 2020”

KIT OUTFIT “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Alessandro Ripane

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Ripane Alessandro Ripane è nato a Genova nel 1989. Ha vissuto e lavorato in Svezia. A causa della mancanza di animali selvaggi nella città di Genova, Alessandro si è comprato molti libri sull’argomento. A causa della mancanza di supereroi nella città di Genova, Alessandro si è comprato un sacco di fumetti a tema. È diventato quindi un esperto in entrambe le categorie, anche se ora disegna un po’ di tutto, tranne gli alieni, perché non è sicuro di come siano vestiti. Ora è impegnato a combattere la caduta dei capelli, a comporre una sofisticata musica del futuro, a imparare come disegnare gli alieni e a guardare tutti i film sui mostri e gli zombi che non ha ancora visto. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Moneyless

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Moneyless Nato a Milano nel 1980 Teo Pirisi aka Moneyless. Per anni ha ricercato e investigato i diversi aspetti delle forme e degli spazi geometrici come artista visivo. Dopo essersi diplomato all’Accademia d’Arte di Carrara (corso multimedia), Teo ha frequentato un corso di Design della Comunicazione all’Isia di Firenze. Contemporaneamente sviluppa una carriera artistica che lo porta ad esibire i suoi lavori in spazi pubblici e luoghi abbandonati.Teo è anche graphic designer e illustratore freelance; negli ultimi anni ha partecipato a diverse esibizioni collettive e personali in Italia e nel mondo. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >