Society
di Gabriele Ferraresi 29 Giugno 2016

Pubblicitary, il gioco da tavolo sul mondo delle agenzie pubblicitarie

Le premesse sono ottime: “Conquista il mondo dell’advertising: assumi e licenzia, vinci le gare, crea il tuo impero e fai fallire le altre agenzie”

PUBBLICITARY-3  “Creativo a chi?”

 

Eh, che bello lavorare nel magico mondo della pubblicità! Insomma… forse solo in certi ruoli e fino a una decina, quindicina d’anni fa. Poi la crisi s’è mangiata tutto e faticare oggi nel settore somiglia più a un tragico Ugo Fantozzi immerso nell’epoca dei social media che allo stile impeccabile di Mad Men. C’est la vie: ma l’idea romantica della professione continua a piacere e mietere vittime sacrificali, immolate dopo anni di studi sull’altare del crudele dio pagano dello Stagismo.

Ma la pagina Facebook l’Agenzia Pubblicitaria di Merda di questo si è accorta per tempo e ci ha costruito una bella fan base su Facebook: perché del resto tutti a Milano lavorano in pubblicità, si sa, e in tutte le agenzie succedono le stesse cose, con le stesse dinamiche. Proprio le diaboliche menti dell’APDM hanno lanciato oggi su Kickstarter un gioco da tavolo dedicato a quel mondo un tempo dorato: si chiama Pubblicitary, e ci è piaciuto subito moltissimo.

 

PUBBLICITARY-1  “L’ha chiesto il cliente”

 

Perché più che un gioco, è un documentario che racconta esattamente la situazione in cui molti di noi si trovano a lavorare ogni giorno. Si gioca da 2 a 6 persone, e se lo prenotate ora arriverà a novembre.

Per i CEO dell’agenzia spendaccioni ma previdenti, che già ora vogliono portarsi avanti con il regalo di Natale ai sottoposti, c’è anche l’opzione da 5mila euro, con cui farsi personalizzare 100 scatole del gioco con il nome della propria agenzia.

 

 

 

Ci siamo ritrovati una sera a pensare a come sarebbe figo essere il CEO dell’agenzia – racconta Marta Levantaci dell’APDM a Dailybest –  “assumere, licenziare, mobbizzare le persone, sognare di comprarci le barche: e un po’ sognando su queste cose ci siamo immaginati di creare un gioco che riproducesse queste dinamiche di un’agenzia. Abbiamo impiegato circa un anno per avere un gioco che funzionasse, con dei personaggi che facessero ridere e che fosse molto divertente da giocare. Nel gioco poi succedono le cose che succedono in tutte le agenzie… si partecipa alle gare, arriva il debrief, l’account è una spendacciona con i clienti, poi magari sta male, il boss viene denunciato per mobbing, paga delle penali, il direttore creativo si sente un dio ed è permalosissimo – come tutti i creativi del resto, ndr – e ci sono tutta una serie di imprevisti cui sfuggire per avere l’agenzia più performante sul mercato“.

 

"Macché, volevano solo sondare il terreno"  “Macché, volevano solo sondare il terreno”

 

Scopo del gioco? Naturalmente far fallire tutte le altre agenzie: ma quali sono i personaggi di Pubblicitary? “Abbiamo i classici personaggi con cui abbiamo a che fare ogni giorno – continua Marta – dal direttore creativo che pensa di essere dio, passando per gli account, i creativi, i copy, gli art director, gli sviluppatori, e naturalmente gli stagisti. Ovviamente mentre tutte le altre figure hanno un salario lo stagista è gratis: ne puoi assumere quanti ne vuoi. Il gioco è un gioco di strategia, e le gare si possono anche vincere solo con stagisti“.  Proprio come nella realtà.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

28,00 €

KIT "MI AMI Festival 2020"

KIT “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper un kit semi misti a scelta una lattina bevanda del desiderio Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Thomas Raimondi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Thomas Raimondi Nato a Legnano (MI) il 17 Maggio 1981. Laureato al Politecnico di Milano in Design della Comunicazione. Graphic e visual designer freelance attivo nella scena underground con numerose pubblicazioni (Luciver Edition, Faesthetic, Belio, Le Dernier Cri, Laurence King.) e mostre in Italia e all’estero. Le ultime personali «Burn Your House Down» nel 2013 presso la galleria Kalpany Artspace di Milano (Circuito Rojo) e la residenza d’artista per Alterazioni Festival 2014, Arcidosso (GR) con l’istallazione site-specific «Inside/Outside». Lavora e ha lavorato per diverse realtà nazionali ed internazionali come VICE, Rolling Stone Magazine, Rockit, Mondadori, Men’s Health, Salomon, Motorpsycho, T-Post e molte altre. Nel 2008 ha ricoperto il ruolo di docente d’illustrazione presso l’accademia NABA di Milano continuando, a oggi, a collaborare con regolarità. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
15,00 €

Giulia Bersani - lucciole

  Giulia Bersani, fotografa. Classe 1992, vive a Milano. Fotografie scattate al MI AMI festival 2016 Formato: 21x15 cm Numero Pagine: 48 (+4 copertina) Edizione limitata 100 copie numerate, titolate e firmate dall'autore "Mi piace osservare come musica e buio tirino fuori il lato più istintivo delle persone. Si perde un pò di autocontrollo e ci si lascia guidare dalle proprie emozioni. Io mi sono lasciata libera di inseguire quello che istintivamente mi attraeva, così ho trovato baci, voglia di vivere e colori." (Giulia Bersani)  
17,00 €

KIT DEL DESIDERIO "MI AMI Festival 2020"

KIT DEL DESIDERIO “MI AMI Festival 2020” Contiene: una shopper quattro lattine Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Roberta Maddalena

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Roberta Maddalena Artist, creativity trainer Roberta Maddalena nasce a Giussano nel 1981.Vive e lavora a Milano. Laureata in Design per la Comunicazione al Politecnico di Milano, si specializza in parallelo all’università in Incisione Calcografica, e successivamente in cultura tipografica e Type Design. Segue studi musicali, specializzandosi in vocalità extraeuropee ed ergonomia vocale, sviluppando profondo interesse per l’etnomusicologia, in particolare per l’Asia, esperienza che la porterà ad avvicinarsi a calligrafia orientale e danza contemporanea. Da questi percorsi nascono nel 2013 le sue performance a inchiostro, esperienze fondate sulla relazione segno-corpo, e disegni e dipinti in cui forme e colori evocano la realtà universalmente percepibile e conosciuta, ma ne svelano l’aspetto più mistico e intimo. Sempre nel 2013, dopo sei anni di attività come illustratrice, nascono progetti di creativity training rivolti a privati e aziende: workshop in cui i partecipanti sono guidati nello sviluppo della propria creatività fuori dal quotidiano, per sviluppare capacità di osservazione e movimento, applicabili nella vita come nella professione. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
5,00 €

SHOPPER "MI AMI Festival 2020"

Shopper ufficiale “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids. Bag bianca cotone con illustrazione multicolor. La shopper che avresti voluto acquistare. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
15,00 €

Maglietta Better Days calligrafica

100% cotone Modello unisex Serigrafia con scritta "Better Days" creata da calligrafo Bizantino Perché c'è sempre bisogno di giorni migliori
5,00 €

Borsa "MI AMI Festival 2017"

La borsa ufficiale del “MI AMI Festival 2017” disegnata da Viola Niccolai serigrafata a mano da Legno. Bag bianca cotone con illustrazione rosa.
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >