TV e Cinema
di Eva Cabras 29 Febbraio 2016

Ora che DiCaprio ha trionfato, ecco i 10 attori che non hanno mai vinto un Oscar

Fino a ieri, Leonardo DiCaprio era in ottima compagnia

gionnidepp via

 

Doveva succedere e è successo. Leonardo DiCaprio ha vinto il primo Oscar della sua luminosa carriera sbaragliando la concorrenza agguerrita di Eddie Redmayne nella categoria miglior attore, e c’è già chi dice che durante il discorso di premiazione abbia fatto un sunto di tutti i discorsi che si era preparato durante tutte le cerimonie in cui ha dovuto fare buon viso a cattivo gioco.

Ora che ce l’ha fatta, forse cesseranno i milioni di meme (e anche i videogiochi) che lo riguardano e il suo sguardo triste e sconsolato lascerà il passo a qualche nuovo idolo del grande schermo che nonostante l’impegno e la bravura, non ha mai vinto un Oscar. Sì perché fino all’altro ieri, DiCaprio era in buona compagnia.

Ecco 10 attori che possono diventare carne per meme:

 

1) Johnny Depp

images-article-2016-02-10-johnnygif1 via

Alcune delle interpretazioni del signor Depp erano notevoli, quelle più datate ovviamente. Sì perché l’amicizia con Tim Burton l’ha fatto diventare spesso e volentieri una caricatura di se stesso. Purtroppo all’Academy ogni tanto si drogano e le uniche nomination di Johnny sono state per La maledizione della prima luna, Neverland e Sweeney Todd.

 

2) Tom Cruise

tom-cruise-1-1435750895 via

Poi dici perché uno diventa un seguace di Scientology. 3 candidature agli Oscar, mai vinto. Nemmeno quando ha giocato la carta veterano paraplegico in Nato il 4 luglio, che effettivamente faceva piangere anche i più aridi di cuore. Vedremo cosa sarà in grado di fare con la sua nuova faccia ringiovanita di 20 anni, che ha sfoggiato nelle ultime uscite.

 

3) Glenn Close

giphy-3 via

Grandissima attrice, molto sottovalutata. Pur avendo accumulato ben sei nomination all’Oscar non le è toccato proprio nulla, neanche il free drink per ubriacarsi alla cerimonia di premiazione. È sempre stata considerata la sorella sfigata di Maryl Streep. Fossi in lei mi farei una pelliccia con gli scalpi dell’intera commissione.

 

4) Bill Murray

tumblr_n1iu37aljz1sp7ha5o1_500 via

Se Bill Murray fondasse una religione sarei la prima a farmi convertire. Il suo unico problema è che molto probabilmente dell’Oscar non gliene potrebbe fregare di meno. Però dai, possibile che tra Lost in translation, Broken Flowers e St. Vincent non ve ne vada bene neanche uno? Bill, quest’anno la statuetta deve essere tua.

 

5) Harrison Ford

harrison-ford-gif-2 via

Ecco un altro che userebbe l’Oscar come fermacarte. Il buon vecchio Harrison Ford aka Han Solo aka Indiana Jones aka Rick di Blade Runner che fa ciao ciao con la manina e ci fa notare che era talmente figo da potersi permettere di portare anche le bretelle. Ormai non penso lo vinca con tutti i remake che sta facendo.

 

6) Amy Adams

Amy-Adams-American-Hustle via

Amy è bella e bravissima. Dovrebbe aver già vino almeno un paio d’Oscar per Junebug, The Fighter, The Master o Il dubbio. Invece niente. Che faccia ridere, piangere, che sia una truffatrice o la pittrice dei bambini dagli occhi grandi, niente. Come se non esistesse per l’Academy, che l’ha già nominata 5 volte solo per farle la foto quando perde.

 

7) Ewan McGregor

tumblr_m28hojAt3x1r9413r via

Oltre a essere figo oltre ogni possibile e umano limite, Ewan McGregor è pure bravo. Canta, va in moto, ha quell’accento britannico che ti fa venir voglia di morire nella lussuria ogni volta che apre bocca e poi Trainspotting, Velvet Goldmine, Moulin Rouge, Big Fish. Devo veramente aggiungere altro?

 

8) Gary Oldman

067677952ca167812eb5e65fd6ac9914 via

Un altro signorotto inglese che fa ribollire il sangue anche alla soglia dei 60 anni è Gary Oldman. Splendido, camaleontico, capace di far suo un accento con nulla, un vero professionista. Quindi? Neanche mezza nomination da quei pidocchiosi yankee, nonostante Sid e Nancy, Dracula di Bram Stoker, Léon e La Talpa. Sfiga suprema.

 

9) Jim Carrey

tumblr_mg9yc0rTvh1qjccmko1_500 via

Viene voglia di abbracciarlo il piccolo Jim, incatenato alla nomea di quello-che-fa-le-facce-buffe-mammamia-che-ridere. Eppure ha dimostrato di saperci fare anche col drammatico, di saperci fare per bene. Vedi The Truman Show, Man on the Moon e Eternal Sunshine of the Spotless Mind. Pescate a caso da un cilindro e fatelo contento questo pover’uomo, eddai.

 

10) Sylvester Stallone

globes_stallone1 via

Amici dell’Academy, così non si fa. Non si candida il vecchio Stallone se poi non lo si fa vincere. Nel personaggio di Rocky ha dato tutto e avrebbe ampiamente meritato la statuetta per il suo ruolo in Creed. Invece l’avete dato a Mark Rylance che, ok sarà anche bravo ma domani nessuno si ricorderà di lui. Rocky invece vivrà per sempre.

 

 

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Alessandro Ripane

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Ripane Alessandro Ripane è nato a Genova nel 1989. Ha vissuto e lavorato in Svezia. A causa della mancanza di animali selvaggi nella città di Genova, Alessandro si è comprato molti libri sull’argomento. A causa della mancanza di supereroi nella città di Genova, Alessandro si è comprato un sacco di fumetti a tema. È diventato quindi un esperto in entrambe le categorie, anche se ora disegna un po’ di tutto, tranne gli alieni, perché non è sicuro di come siano vestiti. Ora è impegnato a combattere la caduta dei capelli, a comporre una sofisticata musica del futuro, a imparare come disegnare gli alieni e a guardare tutti i film sui mostri e gli zombi che non ha ancora visto. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
25,00 €

KIT GARDENER "MI AMI Festival 2020"

Kit GARDENER “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper due kit semi: un kit passiflora, peperoncino, melanzana e un kit mimosa, pisello, salvia Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Moneyless

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Moneyless Nato a Milano nel 1980 Teo Pirisi aka Moneyless. Per anni ha ricercato e investigato i diversi aspetti delle forme e degli spazi geometrici come artista visivo. Dopo essersi diplomato all’Accademia d’Arte di Carrara (corso multimedia), Teo ha frequentato un corso di Design della Comunicazione all’Isia di Firenze. Contemporaneamente sviluppa una carriera artistica che lo porta ad esibire i suoi lavori in spazi pubblici e luoghi abbandonati.Teo è anche graphic designer e illustratore freelance; negli ultimi anni ha partecipato a diverse esibizioni collettive e personali in Italia e nel mondo. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Roberta Maddalena

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Roberta Maddalena Artist, creativity trainer Roberta Maddalena nasce a Giussano nel 1981.Vive e lavora a Milano. Laureata in Design per la Comunicazione al Politecnico di Milano, si specializza in parallelo all’università in Incisione Calcografica, e successivamente in cultura tipografica e Type Design. Segue studi musicali, specializzandosi in vocalità extraeuropee ed ergonomia vocale, sviluppando profondo interesse per l’etnomusicologia, in particolare per l’Asia, esperienza che la porterà ad avvicinarsi a calligrafia orientale e danza contemporanea. Da questi percorsi nascono nel 2013 le sue performance a inchiostro, esperienze fondate sulla relazione segno-corpo, e disegni e dipinti in cui forme e colori evocano la realtà universalmente percepibile e conosciuta, ma ne svelano l’aspetto più mistico e intimo. Sempre nel 2013, dopo sei anni di attività come illustratrice, nascono progetti di creativity training rivolti a privati e aziende: workshop in cui i partecipanti sono guidati nello sviluppo della propria creatività fuori dal quotidiano, per sviluppare capacità di osservazione e movimento, applicabili nella vita come nella professione. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Monica Bellucci Serigrafia di Checko's art

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Checko's art Nato nel 1977 a Lecce. Uno degli esponenti della Street Art italiana. Il suo percorso artistico ha inizio a Milano nel 1995 come writer. Attualmente abita al 167B «STREET», uno spazio fisico dedicato all’arte che, partendo dalla periferia (la 167B di Lecce, noto quartiere popolare), si propone come centro espositivo in continua mutazione. I suoi lavori si basano prettamente su murales, realizzati negli spazi pubblici, non solo con intento di riqualificare le zone grigie, ma per comunicare con le nuove generazioni. Ha partecipato a numerose mostre d’arte e contest collettivi in Italia e all’estero. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
5,00 €

SHOPPER "MI AMI Festival 2020"

Shopper ufficiale “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids. Bag bianca cotone con illustrazione multicolor. La shopper che avresti voluto acquistare. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Martina Merlini

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Martina Merlini Martina Merlini, artista visiva bolognese, classe 1986, vive e lavora a Milano. Il percorso artistico di Martina Merlini si snoda multiformemente nel solco dell’esplorazione, coinvolgendo una pluralità di tecniche, materiali e supporti che convergono nella ricerca di un equilibrio formale delicatamente costruito sull’armonia di elementi astratti e geometrici. Attiva dal 2009, ha esposto in numerose gallerie europee e americane. Dal 2010 al 2013, insieme a Tellas, intraprende il progetto installativo Asylum, che viene presentato a Palermo, Bologna, Milano e Foligno. Nell’estate del 2012 viene invitata a partecipare a Living Walls, primo festival di Street Art al femminile, ad Atlanta. Nel dicembre 2013 inaugura la sua seconda personale, «Wax» all’interno degli spazi di Elastico, Bologna, dove indaga l’utilizzo della cera come medium principale del suo lavoro, ricerca approfondita nella sua prima personale americana, «Starch, Wax, Paper & Wood», presso White Walls & Shooting Gallery, San Francisco. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
15,00 €

MAGLIETTA MI AMI 2019 GRIGIO CHIARO

Maglietta t-shirt American Apparel N2001W new silver (Grigio Chiaro), con illustrazione completa del MI AMI FESTIVAL 2019 di Andrea De Luca davanti e lineup artisti dietro.  
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >