Web
di Simone Stefanini 29 Febbraio 2016

La classifica dei lavori che ti fanno rimorchiare su Tinder

Eh no, non siamo tutti uguali: e quel che facciamo forse conta più di quel che siamo

tindaa

Amiche, amici, quante volte avreste voluto sapere qual è la keyword per vincere su Tinder e avere un sacco di appuntamenti decenti? Sì perché in passato abbiamo visto quali foto mettete nel vostro profilo della app per incontri più famosa nel mondo e anche le categorie di maschi che potreste trovare, fino ad arrivare ai profili talmente allucinanti che potrebbero pure funzionare. Tutte cose utili ma manca l’idea che possa far svoltare la vostra vita da mediano.

Ve la rivela proprio Tinder. Dallo scorso novembre ha introdotto la possibilità di far sapere a tutti il lavoro che svolgete e ad oggi, sembra che l’eros si accenda proprio da lì. Bando alle ciance, guardiamo le due classifiche e commentiamole insieme.

Uomini

1) Pilota

giphy-2 via

Di cosa però? Di aerei supersonici tipo Tom Cruise in Top Gun o di navi che vanno a fondo tipo Schettino? C’è una bella differenza, ragazze. È un po’ l’update 2.0 di quando eravate bambine e sognavate l’astronauta.

 

2) Imprenditore

7nepp via

Tutte brave a pensarvi con il bellimbusto che dirige l’azienda di famiglia. L’avete viste le nuove foto di Briatiore? E quelle di Roberto Cavalli? Ecco.

 

3) Pompiere

Questa sa un po’ di post 11 settembre, poi vi vorrei vedere con quel povero cristo accanto che si deve alzare in piena notte per andare a spegnere gli incendi.

E poi di seguito: 4) Dottore, 5) Speaker radiofonico/personaggio della tv, 6) Insegnante,  7) Ingegnere,  8) Modello,  9) Paramedico,  10) Studente universitario,  11) Avvocato,  12) Personal Trainer,  13) Consulente finanziario,  14) Poliziotto,  15) Militare

 

Donne

1) Fisioterapista

 

Dai maschietti, sul serio? La fisioterapista che vi mobilita, vi stira e vi allunga tutto il giorno? E i secoli di battaglie per le pari opportunità? Sembra una scelta un tantino opportunistica, così, a occhio. Se proprio desiderate una professionista del settore fisioterapia, come minimo dovreste renderle il favore iscrivendovi a un corso di massaggi.

 

2) Interior Designer

Per quanto le trasmissioni tv americane con i professionisti del settore che in una settimana ti pimpano e ti extreme makeoverano la casa aggratis, scegliendo la designer d’interni, l’arredatrice, rischiate di vivere in un museo in cui è vietato toccare alcunché, pena il cazziatone.

 

3) Imprenditrice

tumblr_n597xigmAr1tyg83ho1_500 via

Il perfetto corrispettivo femminile dei vari imprenditori che abbiamo citato sopra è Donatella Versace. Meditate, gente, meditate.

E poi di seguito: 4) PR/Comunicazione,  5) Insegnante,  6) Studentessa universitaria,  7) Logopedista,  8) Farmacista,  9) Social Media Manager,  10) Modella,  11) Igienista dentale,  12) Infermiera,  13) Assistente di volo,  14) Personal Trainer,  15) Agente immobiliare

Dalle classifiche si evincono subito due fatti: alla faccia del femminismo, della parità tra i sessi e via dicendo, gli uomini vogliono la ragazza che li rimetta in forma, mentre le donne ambiscono al pilota da romanzo Harmony, quello coraggioso, che non ha paura di niente e risolve tutti i problemi.

 

harmony-01 via

 

All prime posizioni, unisex, c’è l’imprenditore. Forse perché nel resto del mondo non sanno cosa sia la Partita IVA in Italia. Fra gli uomini, il personaggio televisivo o radiofonico va alla grande, così come il pompiere mentre in coda alla classifica ci sono gli idoli del centrodestra: il poliziotto e il militare.

 

131  Pensiamo ai nostri Marò

 

Fa tantissimo ridere l’entrata in classifica, ma solo per le ragazze, della social media manager, mentre visti i trascorsi di Nicole Minetti, capiamo benissimo l’igienista dentale.

 

nicole-minetti-gattina-fetish-645  Nicole a lavoro nello studio del dentista

 

Una cosa del tutto incoraggiante: modella e modello non rientrano nella top 5. Si piazzano bene gli studenti universitari, forse perché gli utenti di Tinder si sono dimenticati che gli appartenenti a questa categoria non hanno soldi e sono sempre in paranoia. Vanno meno forte del previsto i personal trainer, probabilmente per la paura che incutono. V’immaginate stare tutta la vita con Jill di Mediashopping?

 

Purtroppo il giornalista non è contemplato in classifica, senza una motivazione plausibile, quindi siamo costretti a disiscriverci e tentare l’approccio old school. Per ricominciare a muoversi nella selva metropolitana di tentazioni e di vizi, forse è meglio se ci leggiamo questo racconto di una trentenne single a Milano. Magari è la volta buona che ci svegliamo.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

10,00 €

Maglietta Amarti mi affatica

100% cotone Maglietta bianca Serigrafia con scritta "Amarti m'affatica".
15,00 €

Giulia Bersani - lucciole

  Giulia Bersani, fotografa. Classe 1992, vive a Milano. Fotografie scattate al MI AMI festival 2016 Formato: 21x15 cm Numero Pagine: 48 (+4 copertina) Edizione limitata 100 copie numerate, titolate e firmate dall'autore "Mi piace osservare come musica e buio tirino fuori il lato più istintivo delle persone. Si perde un pò di autocontrollo e ci si lascia guidare dalle proprie emozioni. Io mi sono lasciata libera di inseguire quello che istintivamente mi attraeva, così ho trovato baci, voglia di vivere e colori." (Giulia Bersani)  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Ester Grossi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Ester Grossi Nata ad Avezzano (AQ) nel 1981. Diplomata in Moda, Design e Arredamento presso l’Istituto d’Arte Vincenzo Bellisario, nel 2008 ha conseguito la laurea specialistica in Cinema, Televisione e Produzione Multimediale presso il DAMS di Bologna. Si dedica da anni alla pittura e ha all’attivo diverse mostre in Italia e all’estero; è vincitrice del Premio Italian Factory 2010 e finalista del Premio Cairo 2012. Nel 2011 è stata invitata alla 54° Biennale di Venezia (Padiglione Abruzzo). Come illustratrice ha realizzato manifesti per festival di cinema e musica (Imaginaria Film Festival, MIAMI, Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto) e cover per album di band musicali (A Classic Education, LIFE&LIMB). Collabora frequentemente con musicisti per la realizzazione di mostre e installazioni pittoriche-sonore. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
25,00 €

KIT GARDENER "MI AMI Festival 2020"

Kit GARDENER “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper due kit semi: un kit passiflora, peperoncino, melanzana e un kit mimosa, pisello, salvia Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
10,00 €

-GIGA +FIGA

100% cotone Maglietta nera Serigrafia con slogan minimalista per nerd con stile. Gli ordini saranno evasi dopo il MI AMI.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Luca Zamoc

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Luca Zamoc Luca Zamoc è nato a Modena nel 1986. Sin da piccolo ha trovato ispirazione nei fumetti anni ‘80, nella Bibbia e nell’anatomia umana. Ha frequentato l’Accademia delle Belle Arti di Milano, dove ha conseguito un titolo in Graphic Design & Art Direction. Il suo lavoro abbraccia diversi media, dal digitale ai muri, passando all’inchiostro, carta e fumetto. Negli ultimi anni ha lavorato e vissuto in diverse città quali Milano, Berlino, Londra, Los Angeles, New York e Istanbul. Oggi vive e lavora a Barcellona. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Martina Merlini

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Martina Merlini Martina Merlini, artista visiva bolognese, classe 1986, vive e lavora a Milano. Il percorso artistico di Martina Merlini si snoda multiformemente nel solco dell’esplorazione, coinvolgendo una pluralità di tecniche, materiali e supporti che convergono nella ricerca di un equilibrio formale delicatamente costruito sull’armonia di elementi astratti e geometrici. Attiva dal 2009, ha esposto in numerose gallerie europee e americane. Dal 2010 al 2013, insieme a Tellas, intraprende il progetto installativo Asylum, che viene presentato a Palermo, Bologna, Milano e Foligno. Nell’estate del 2012 viene invitata a partecipare a Living Walls, primo festival di Street Art al femminile, ad Atlanta. Nel dicembre 2013 inaugura la sua seconda personale, «Wax» all’interno degli spazi di Elastico, Bologna, dove indaga l’utilizzo della cera come medium principale del suo lavoro, ricerca approfondita nella sua prima personale americana, «Starch, Wax, Paper & Wood», presso White Walls & Shooting Gallery, San Francisco. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
17,00 €

KIT OUTFIT “MI AMI Festival 2020”

KIT OUTFIT “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >