TV e Cinema
di Simone Stefanini 18 Novembre 2015

Blade Runner, Memento, Top Gun e altri 8 film che Hollywood dovrebbe lasciare in pace

Hanno deciso di fare remake e sequel di capolavori del cinema e noi non ci sentiamo tanto bene

blade-runnder

 

Che a Hollywood abbiano finito le buone idee, ormai è cosa nota. Basti pensare che le uniche vere e proprie figate, da un po’ di tempo a questa parte escono sotto forma di serie tv da network via cavo tipo HBO, Showtime o da realtà come Netflix.

Ma l’industria del cinema deve andare avanti e allora che fa? Si affida a una valanga di remake, reboot, sequel, prequel e ogni sorta di rifacimento di film famosi di 10, 20 o 30 anni fa. I risultati, il più delle volte, sono disastrosi.

 

 

Partiamo con il botto: siamo piuttosto sorpresi e un bel po’ impauriti dalla notizia che vedrà Ryan Gosling come protagonista del sequel di Blade Runner, il capolavoro di fantascienza del 1982, diretto da Ridley Scott e interpretato dall’icona Harrison Ford (che si dice farà un’apparizione anche nel secondo capitolo, bissando quindi quella dell’imminente Star Wars 7 – Il risveglio della forza). Ragazzi, così non va. Uniamoci idealmente e formiamo una diga umana di sdegno per arginare questo fenomeno.

Già che il presente non è che sia esattamente rose e fiori, almeno i ricordi ce li potete lasciare intatti o dovete rielaborarli, rimodernarli e digitalizzarli? Perché noi veniamo pure al cinema a vedere le vostre riedizioni girate su green screen, ma non vi stupite poi se ne usciamo delusi. A parte per Mad Max Fury Road. Quello era oggettivamente una bomba.

 

4449a66d8648e06423b3ff3ea3816f19_large gentside - Ryan Gosling già ride sornione

 

Oltre a Blade Runner 2 (che sarà diretto da Denis Villeneuve, oggettivamente uno dei più bravi degli ultimi anni, da IncendiesSicario) e al Rocky Horror Picture Show remake di cui abbiamo già parlato (con disgusto), eccovi una lista di 10 film dei quali hanno annunciato il remake-sequel-prequel-reboot e che invece secondo noi non andrebbero proprio toccati.
1) Memento (remake)

Memento tumblr - Memento

Il thiller  psicologico di Christopher Nolan del 2000, interpretato da un Guy Pearce eccezionale sarebbe stato comprato da Ambi Pictures che già ne vuole fare un remake. Il film però ancora oggi è bellissimo e decisamente rivoluzionario, sia nella storia che nel montaggio. Amici della Ambi: ne verrà fuori una cazzata, ripensateci.

 

2) Top Gun 2

Ma perché? Cos’è questa moda di fare i sequel 30 anni dopo? Eppure Tom Cruise e Val Kilmer interpreteranno di nuovo Maverick e Iceman, i mitici piloti di quel filmone di centrodestra che era Top Gun del 1986. Brutto il non arrendersi al tempo che passa.

 

3) Ghostbusters 3

ghostbusters-3-nuove-foto-dal-set-per-lultimo-giorno-di-riprese-a-new-york cineblog - Il cast di Ghostbusters 3

Scritto da Dan Aykroyd e dal defunto (e troppo presto dimenticato) Harold Ramis, questo terzo capitolo col cast tutto femminile potrebbe essere pure una bella sorpresa, ma rimane il fatto che non vorremmo vederlo affiancare in un cofanetto i due mitici film degli anni 80.

 

4) La Storia Infinita (remake)

Allora ci dobbiamo proprio innervosire? Pensate davvero che un Mordiroccia o un Fortunadrago in CGI possano essere allo stesso livello di quelli reali del capolavoro di Wolfgang Petersen del 1984? Pensate di trovare due attori migliori che possano interpretare Bastian e Atreyu? Ma soprattutto: le musiche originali di Giorgio Moroder e Klaus Doldinger ve le sognate. Non fate il remake, sarebbe come darla vinta al Nulla.

 

5) Gremlins (remake)

giphy-1

Vedi sopra. Sempre 1984, anno di grazia. Regia di John Dante, Steven Spielberg produttore. In questo caso anche per il miglior artista digitale sarebbe davvero dura riuscire a superare la tenerezza di Gizmo e la cattiveria dei suoi terribili fratelli Gremlins.

 

6) I Goonies 2

the_goonies_2_66890 cinemabland - Tanto ammore

No no no no no no no no. Fortunatamente Jeff Cohen, l’attore che interpretò Chunk nel più classico dei film d’avventura e di formazione, cioè I Goonies, si sta opponendo di brutto alla realizzazione del sequel un milione di anni dopo. Siamo con lui tutta la vita. Qui si parla di profanare i ricordi di ogni ragazzino degli anni 80. Ci vorrebbe l’arresto anche solo per averla pensata, una cosa del genere. Super Sloth, aiutaci tu.

 

7) IT (remake)

tumblr_nwnfxrjsyQ1snmmclo1_500 tumblr - Vuoi un palloncino?

Parliamoci chiaro, l’adattamento televisivo del 1990 della bibbia dell’orrore di Stephen King non è che fosse proprio da Oscar, anzi, un paio d’attori cani e il ragnone finale (ops, spoiler) erano un po’ da recita delle medie. Però c’era Pennywise il clown. Tim Curry, perfettissimo, che ha terrorizzato almeno 3 generazioni e ha fatto chiudere per fallimento i circhi di tutto il mondo. Insuperabile.

 

8) Gli Uccelli (remake)

ORG XMIT: S11ABC5EB_WIRE (FILES) File picture taken in 1963 shows British film director Alfred Hitchcock (1899-1980) during the shooting of his movie 'The Birds'. Hitckcock directed his first film in 1925 and rose to become the master of suspense, internationally recognized for his intricate plots and novel camera technique. Hollywood will celebrate 13 August 1999 the centenary of Hitchcock's birth. AFP PHOTO FILES IMF25 09102004xMOVIES 10072005xGuidelive jasonbovberg - L’unico e il solo Alfred Hitchcock

Regaz, non scherziamo, di Hitchcock non si fanno i remake. Punto. Persino Gus Van Sant ne è uscito con le ossa rotte con il suo Psycho.

 

9) Il Corvo (remake)

Trovando il Corvo image5 - Trovando il Corvo

Quando è sfiga, è sfiga, poco da fare. Non solo il primo Corvo, datato 1993, segnò la morte del suo protagonista Brandon Lee sul set (un brutto incidente, una pistola che doveva essere caricata a salve, sparò davvero). Non solo River Phoenix, che fece il provino e venne scartato, morì di overdose nello stesso anno. Ora i lavori per il remake sono stati sospesi per bancarotta della società produttrice. Dai, forse non è il caso, che dite?

 

10) Scarface (remake)

tumblr_nxgvq5ctqC1r9nm7io1_500 tumblr - Nessuno vorrebbe prendere in giro Tony Montana

Ma certo, ci manca solo il remake di Scarface. Come se fosse facile trovare un attore che possa arrivare vicino alla potenza espressiva di Al Pacino nei panni del gangster cocainomane Tony Montana. Certo, c’è da dire che anche lo Scarface di Brian De Palma del 1983 era una sorta di remake di quello del 1932. Però dai, una volta che c’è un’eccezione ricordiamoci che serve per confermare la regola. Quanto più il film è bello, quanto più il remake sarà brutto.

 

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

5,00 €

MANIFESTO "MI AMI Festival 2020"

MANIFESTO ufficiale “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
10,00 €

Maglietta Amarti mi affatica

100% cotone Maglietta bianca Serigrafia con scritta "Amarti m'affatica".
17,00 €

KIT OUTFIT “MI AMI Festival 2020”

KIT OUTFIT “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di CT

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari CT L’opera di CT affonda le sue radici nella cultura del Writing. Dalle prime sperimentazioni, influenzate dagli stili più classici dei graffiti, è passato in modo progressivo ad una ricerca minuziosa capace di cogliere ed evidenziare i cambiamenti del paesaggio urbano. Le fascinazioni ricevute dai graffiti sono tuttavia presenti nelle fasi di questo processo: il soggetto-oggetto della sua analisi, le tecniche utilizzate ed in parte i luoghi scelti per i suoi interventi. L’interesse per il lettering si è quindi trasformato in espediente per lo studio della forma fino ad approdare, oggi, ad una ricerca più ampia relativa allo spazio e alle dinamiche contemporanee. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Martina Merlini

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Martina Merlini Martina Merlini, artista visiva bolognese, classe 1986, vive e lavora a Milano. Il percorso artistico di Martina Merlini si snoda multiformemente nel solco dell’esplorazione, coinvolgendo una pluralità di tecniche, materiali e supporti che convergono nella ricerca di un equilibrio formale delicatamente costruito sull’armonia di elementi astratti e geometrici. Attiva dal 2009, ha esposto in numerose gallerie europee e americane. Dal 2010 al 2013, insieme a Tellas, intraprende il progetto installativo Asylum, che viene presentato a Palermo, Bologna, Milano e Foligno. Nell’estate del 2012 viene invitata a partecipare a Living Walls, primo festival di Street Art al femminile, ad Atlanta. Nel dicembre 2013 inaugura la sua seconda personale, «Wax» all’interno degli spazi di Elastico, Bologna, dove indaga l’utilizzo della cera come medium principale del suo lavoro, ricerca approfondita nella sua prima personale americana, «Starch, Wax, Paper & Wood», presso White Walls & Shooting Gallery, San Francisco. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
35,00 €

Monica Bellucci Serigrafia di Checko's art

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Checko's art Nato nel 1977 a Lecce. Uno degli esponenti della Street Art italiana. Il suo percorso artistico ha inizio a Milano nel 1995 come writer. Attualmente abita al 167B «STREET», uno spazio fisico dedicato all’arte che, partendo dalla periferia (la 167B di Lecce, noto quartiere popolare), si propone come centro espositivo in continua mutazione. I suoi lavori si basano prettamente su murales, realizzati negli spazi pubblici, non solo con intento di riqualificare le zone grigie, ma per comunicare con le nuove generazioni. Ha partecipato a numerose mostre d’arte e contest collettivi in Italia e all’estero. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
7,00 €

T-SHIRT "MI AMI Festival 2020"

T-shirt ufficiale  “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids, sul retro lineup artisti. 100% cotone con illustrazione multicolor, disponibile nella variante colore bianca o viola. La t-shirt che avresti voluto indossare. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Ester Grossi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Ester Grossi Nata ad Avezzano (AQ) nel 1981. Diplomata in Moda, Design e Arredamento presso l’Istituto d’Arte Vincenzo Bellisario, nel 2008 ha conseguito la laurea specialistica in Cinema, Televisione e Produzione Multimediale presso il DAMS di Bologna. Si dedica da anni alla pittura e ha all’attivo diverse mostre in Italia e all’estero; è vincitrice del Premio Italian Factory 2010 e finalista del Premio Cairo 2012. Nel 2011 è stata invitata alla 54° Biennale di Venezia (Padiglione Abruzzo). Come illustratrice ha realizzato manifesti per festival di cinema e musica (Imaginaria Film Festival, MIAMI, Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto) e cover per album di band musicali (A Classic Education, LIFE&LIMB). Collabora frequentemente con musicisti per la realizzazione di mostre e installazioni pittoriche-sonore. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >