Dark Serie netflix
TV e Cinema
di Eva Cabras 4 Dicembre 2017

Dark non è la Stranger Things tedesca

Dark è la nuova serie di Netflix, direttamente dalla Germania, ed è oscura proprio come il titolo suggerisce

 

Un impermeabile giallo, un gruppo di ragazzi che vagano in un bosco buio, gli anni ’80, esperimenti segreti e misteriose scomparse. L’ultima produzione originale Netflix non statunitense sembra seguire l’esempio della retromania di It e Stranger Things, ma in Dark c’è molto di più. Le 10 puntate, ideate da Baran bo Odar e Jantje Friese, arrivano dalla Germania e hanno uno stile genuinamente tedesco, pur riuscendo a collocarlo in un racconto complesso, esoterico e fantascientifico come nessuno degli altri show europei.

Pensiamo alla ricostruzione storica di The Crown, al realismo politico di Suburra e mettiamoli un attimo da parte. L’operazione fatta con Dark ci riporta più alla fascinazione incredula di The OA, perché comunque parla di viaggi nel tempo e richiede tutta l’attenzione di cui siete capaci, anche soltanto per ricordare i nomi dei moltissimi personaggi chiave.

 

Dark Netflix

 

La tranquilla cittadina tedesca di Winden vive all’ombra della sua centrale nucleare. È il 2019 e una serie di ragazzi scomparsi nel nulla getta la popolazione nel panico, come già era accaduto 33 anni prima. Se nell’arco delle prime puntate Dark può sembrare una confortante serie crime di stampo classico, la sua evoluzione narrativa non tarda a schiaffeggiarci con un fitto reticolo di rimandi interni, di parentele e ricordi, perché, come ci comunica nei primi minuti un’anonima voce fuori campo, “ogni cosa è collegata“.

 

Dark Netflix

 

Man mano che vengono a galla i segreti sepolti nel passato dei protagonisti e delle loro famiglie, il filo della storia si frammenta nello spazio e nel tempo, seguendo un binario triplice che collega passato, presente e futuro in un loop inesorabile. La centrale nucleare svetta nel grigiore a ricordare ferite recenti e paure sopite, mentre i personaggi si muovono alla cieca tra rancore, senso di colpa, lutto e smarrimento.

L’oscurità annunciata già dal titolo sembra opprimere Winden con una pioggia incessante, con i colori freddi della nebbia, della terra e delle foglie in decomposizione. C’è del marcio a Winden e c’è chi ne ha fatto il proprio parco giochi. Di nuovo, niente a che vedere con la Hawkins Lab di Stranger Things. Gli esperimenti ci sono, ma chi li porta avanti non è il cattivone banale su cui avevate già scommesso.

 

Dark Netflix

 

Se lo spettro di Chernobyl contribuisce a rimarcare l’anima tedesca di Dark, il suo impianto di rimandi e citazioni ne fanno un perfetto esempio di serialità internazionale odierna. Tra i punti di riferimento, visuali e narrativi, troviamo sicuramente il Twin Peaks di David Lynch, così come Ritorno al Futuro, in una versione però anti-nostalgica dove i protagonisti rivivono un passato doloroso e colpevole, fatto di brutti vestiti, di disagio, di provincia desolata e spleen. Non c’è gioia nel citazionismo di Dark, non ci sono riferimenti pop se non in qualche canzone passata alla radio.

C’è invece il concetto di memoria e rievocazione di Stephen King, largamente omaggiato in diversi aspetti della serie. Il più immediato riferimento è quello a It: l’impermeabile giallo, i ragazzi che scompaiono, il Male in agguato, la ciclicità degli eventi, ma proprio nella ripetizione temporale Dark si scosta da Derry per buttarsi nelle terre desolate della saga della Torre Nera, nel suo buco nero spazio-temporale e nella crudele ineluttabilità del suo fato. Non sarà un viaggio facile, ma darà grandi soddisfazioni.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Alessandro Ripane

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Ripane Alessandro Ripane è nato a Genova nel 1989. Ha vissuto e lavorato in Svezia. A causa della mancanza di animali selvaggi nella città di Genova, Alessandro si è comprato molti libri sull’argomento. A causa della mancanza di supereroi nella città di Genova, Alessandro si è comprato un sacco di fumetti a tema. È diventato quindi un esperto in entrambe le categorie, anche se ora disegna un po’ di tutto, tranne gli alieni, perché non è sicuro di come siano vestiti. Ora è impegnato a combattere la caduta dei capelli, a comporre una sofisticata musica del futuro, a imparare come disegnare gli alieni e a guardare tutti i film sui mostri e gli zombi che non ha ancora visto. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di VitoManoloRoma

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari VitoManoloRoma Attualmente vive a Milano e lavora come freelance in qualità di grafico, illustratore, animatore e fumettista. Si forma presso il Liceo Artistico statale di Busto Arsizio, poi la compagnia di teatro sperimentale Radicetimbrica e termina gli studi al Politecnico di Milano dove si avvicina al Graphic Design. Durante i primi anni di professione come progettista e illustratore in alcuni studi di grafica milanesi, continua a disegnare e partecipa a mostre collettive di illustratori, fra le quali «Spaziosenzatitolo» (Roma), «Doppiosenso» (Beirut) e «Manifesta» (Milano). Con il collettivo di satira a fumetti L’antitempo fonda l’omonima rivista con la quale vince il Premio Satira 2013 come miglior realtà editoriale italiana. Appassionato di musica africana, afroamericana e jamaicana, colleziona vinili che seleziona con i collettivi Bigshot! e Soulfinger nei locali neri e non di Milano. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
10,00 €

-GIGA +FIGA

100% cotone Maglietta nera Serigrafia con slogan minimalista per nerd con stile. Gli ordini saranno evasi dopo il MI AMI.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Roberta Maddalena

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Roberta Maddalena Artist, creativity trainer Roberta Maddalena nasce a Giussano nel 1981.Vive e lavora a Milano. Laureata in Design per la Comunicazione al Politecnico di Milano, si specializza in parallelo all’università in Incisione Calcografica, e successivamente in cultura tipografica e Type Design. Segue studi musicali, specializzandosi in vocalità extraeuropee ed ergonomia vocale, sviluppando profondo interesse per l’etnomusicologia, in particolare per l’Asia, esperienza che la porterà ad avvicinarsi a calligrafia orientale e danza contemporanea. Da questi percorsi nascono nel 2013 le sue performance a inchiostro, esperienze fondate sulla relazione segno-corpo, e disegni e dipinti in cui forme e colori evocano la realtà universalmente percepibile e conosciuta, ma ne svelano l’aspetto più mistico e intimo. Sempre nel 2013, dopo sei anni di attività come illustratrice, nascono progetti di creativity training rivolti a privati e aziende: workshop in cui i partecipanti sono guidati nello sviluppo della propria creatività fuori dal quotidiano, per sviluppare capacità di osservazione e movimento, applicabili nella vita come nella professione. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Agricane Serigrafia di DEM

Serigrafia a due colori, dimensioni 20x30 cm Edizione limitata di 40 esemplari DEM Come un moderno alchimista, DEM crea personaggi bizzarri, creature surreali abitanti di un livello nascosto nel mondo degli umani. Eclettico e divertente, attraverso muri dipinti, illustrazioni e installazioni ricche di allegorie, lascia che sia lo spettatore a trovare la chiave per il suo enigmatico e arcano mondo. Oltre ad avere vecchie fabbriche ed edifici abbandonati come sfondo abituale ai suoi lavori, DEM è stato anche ospite alla Oro Gallery di Goteborg e ha preso parte a esposizioni importanti come «Street Art, Sweet Art» (PAC, Milano), «Nomadaz» (Scion Gallery, Los Angeles), «Original Cultures» (Stolen Space Gallery, London) and «CCTV» (Aposthrofe Gallery, Hong Kong). Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Martina Merlini

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Martina Merlini Martina Merlini, artista visiva bolognese, classe 1986, vive e lavora a Milano. Il percorso artistico di Martina Merlini si snoda multiformemente nel solco dell’esplorazione, coinvolgendo una pluralità di tecniche, materiali e supporti che convergono nella ricerca di un equilibrio formale delicatamente costruito sull’armonia di elementi astratti e geometrici. Attiva dal 2009, ha esposto in numerose gallerie europee e americane. Dal 2010 al 2013, insieme a Tellas, intraprende il progetto installativo Asylum, che viene presentato a Palermo, Bologna, Milano e Foligno. Nell’estate del 2012 viene invitata a partecipare a Living Walls, primo festival di Street Art al femminile, ad Atlanta. Nel dicembre 2013 inaugura la sua seconda personale, «Wax» all’interno degli spazi di Elastico, Bologna, dove indaga l’utilizzo della cera come medium principale del suo lavoro, ricerca approfondita nella sua prima personale americana, «Starch, Wax, Paper & Wood», presso White Walls & Shooting Gallery, San Francisco. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
5,00 €

SHOPPER "MI AMI Festival 2020"

Shopper ufficiale “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids. Bag bianca cotone con illustrazione multicolor. La shopper che avresti voluto acquistare. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Luca Zamoc

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Luca Zamoc Luca Zamoc è nato a Modena nel 1986. Sin da piccolo ha trovato ispirazione nei fumetti anni ‘80, nella Bibbia e nell’anatomia umana. Ha frequentato l’Accademia delle Belle Arti di Milano, dove ha conseguito un titolo in Graphic Design & Art Direction. Il suo lavoro abbraccia diversi media, dal digitale ai muri, passando all’inchiostro, carta e fumetto. Negli ultimi anni ha lavorato e vissuto in diverse città quali Milano, Berlino, Londra, Los Angeles, New York e Istanbul. Oggi vive e lavora a Barcellona. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >