TV e Cinema
di Simone Stefanini 15 Gennaio 2020

Jojo Rabbit è il film che dovete recuperare prima degli Oscar

Il film di Taika Waititi è una splendida commedia nera sul nazismo, che si tinge di dramma ma non rinuncia mai alla battuta geniale. Ha conquistato 6 nomination agli Oscar

Ci sono due tipi di persone: quelli che conoscono Taika Waititi e quelli che sbagliano. Purtroppo, nel trailer del suo ultimo film Jojo Rabbit, candidato agli Oscar, viene ricordato solo per la regia mainstream di Thor: Ragnarok, ma Waititi, punta di diamante del cinema neozelandese, è molto, molto di più. Esordisce con Eagle vs Shark nel 2007, il film indie perfetto, una storia d’amore malata, divertente e assolutamente fresca, come non l’avevamo mai vista prima. Suo è anche What We Do in the Shadows, il mockumentary sui vampiri urbani che ha dato vita alla serie tv dallo stesso titolo, sempre ideata dal suo genio. Poi Selvaggi in fuga e Thor, ma dopo. Se non avete capito, Taika Waititi è un pazzo bravissimo, ma nessuno avrebbe sospettato che avrebbe interpretato  Hitler simpatico in un film candidato agli Oscar, e invece…

Jojo Rabbit, il suo ultimo film, ha ricevuto ben sei nomination all’Oscar tra cui: Miglior film, Miglior attrice non protagonista (Scarlett Johansson), Miglior sceneggiatura non originale.

Partiamo da quest’ultima nomination e parliamo un po’ della trama: il fim è un adattamento molto libero del romanzo Il cielo in gabbia di Christine Leunens, ma mentre il libro è dannatamente serio, il film è una commedia nera, che presto diventa dramma senza perdere mai la battuta geniale, che cambia il tono del film. Trama: siamo nella Germania nazista del 1945 e Jojo è un bambino di 10 anni che vive con la madre Rosie e una passione sfrenata per il nazismo, che lo porta ad avere un Adolf Hitler idealizzato come amico immaginario. Tenta di arruolarsi nella gioventù hitleriana ma, in seguito a un incidente, torna a casa invalido e fa la conoscenza con Elsa, la ragazza ebrea che sua madre nasconde in una falsa parete. Per ora vi basti così.

Se avete sempre vivido in testa il ricordo dei singhiozzi profusi dopo la visione de La vita è bella, sappiate subito che qui si esplorano altri registri, nonostante di base si tratti di una dark comedy sul nazismo. Niente è così estremo, spesso sembra di assistere al tono dei film di Wes Anderson, ma la mazzata, quando arriva, coglie dritto il punto.

© 20th Century Fox  © 20th Century Fox

Le musiche sono eccezionali e vanno a ripescare classici dei Beatles o di Bowie cantati dagli stessi autori in tedesco, il montaggio è serrato quando serve, ma di base è  un indie movie che sbarca a Hollywood. Gli attori sono straordinari: Scarlett Johansson interpreta Rosie, la madre del protagonista ed è magnifica nonostante il ruolo spesso sopra le righe, Roman Griffin Davis è Jojo e non si capisce come non sia candidato agli Oscar, vista la sua bravura. Sam Rockwell è un capitano nazista talmente scazzato che alla fine prendi in simpatia, così come Rebel Wilson che interpreta Fräulein Rahm, la fanatica del Reich. Eccezionale è anche l’attrice neozelandese Thomasin McKenzie che interpreta Elsa, la ragazza ebrea. Dalle sue espressioni passa tutto il dramma, la paura e il desiderio di rimanere viva nonostante l’orrore.

Poi c’è Hitler, ma non il bastardo vero, quello idealizzato dal bambino, che mangia carne di unicorno e vuole sterminare gli ebrei perché sono mostri con le squame e le corna, che lanciano raggi dagli occhi. Non gli vuoi mai bene, nonostante la versione immaginaria. D’altra parte, come dice l’adorabile Yorki, l’unico amico vero di Jojo: “Decisamente non è un buon momento per essere un nazista”. Ah, quanto vorremmo che lo fosse anche nella vita reale.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

25,00 €

Maglietta de "Il Film del Concerto" di Andrea Laszlo De Simone

Maglietta in edizione limitata per il concerto di Andrea Laszlo De Simone.  
5,00 €

BEVANDA DEL DESIDERIO "MI AMI Festival 2020"

Lattina ufficiale “MI AMI Festival 2020”, grafica disegnata da Alkanoids. Contiene desiderio, come è giusto che sia fatene l'uso che preferite. La bevanda che avresti voluto bere.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.  
35,00 €

KIT DEL SINGLE "MI AMI Festival 2020"

KIT DEL SINGLE “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper due kit semi: un kit passiflora, peperoncino, melanzana e un kit mimosa, pisello, salvia due lattine bevanda del desiderio Il kit che avresti amato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
25,00 €

KIT GARDENER "MI AMI Festival 2020"

Kit GARDENER “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper due kit semi: un kit passiflora, peperoncino, melanzana e un kit mimosa, pisello, salvia Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
10,00 €

Maglietta Amarti mi affatica

100% cotone Maglietta bianca Serigrafia con scritta "Amarti m'affatica".
35,00 €

Inés Sastre Serigrafia di Alessandro Baronciani

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Baronciani Alessandro Baronciani vive a Pesaro e lavora a Milano come Art Director, grafico e illustratore. Ha lavorato per diverse agenzie pubblicitarie come direttore di campagne a cartoni animati. Le sue illustrazioni sono state stampate per molti brand come Martini, Coca Cola, Bacardi, Nestlè, Audi, Poste Italiane e Vodafone. Lavora per libri per bambini pubblicati da Mondadori, Feltrinelli e Rizzoli, quest’ultima ha anche pubblicato il suo primo libro, Mi ricci!, completamente pensato, scritto e illustrato da lui. Alessandro disegna fumetti. Ha pubblicato 3 libri di fumetti intitolati Una storia a fumetti, Quando tutto diventò blu e Le ragazze dello studio Munari. Per molti anni ha disegnato e pubblicato i suoi fumetti da solo, come un esperimento fai-da-te mai provato prima in Italia: i suoi fumetti venivano spediti in abbonamento e gli abbonati diventano parte delle storie che disegnava. Suona inoltre la chitarra e canta nella punk band di culto Altro. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
15,00 €

Maglietta "La bellezza fa 40"

100% cotone Maglietta bianca Gildan Heavy Cotton Illustrazione di Alessandro Baronciani per la mostra "La bellezza fa 40" Serigrafata a mano da Corpoc.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Roberta Maddalena

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Roberta Maddalena Artist, creativity trainer Roberta Maddalena nasce a Giussano nel 1981.Vive e lavora a Milano. Laureata in Design per la Comunicazione al Politecnico di Milano, si specializza in parallelo all’università in Incisione Calcografica, e successivamente in cultura tipografica e Type Design. Segue studi musicali, specializzandosi in vocalità extraeuropee ed ergonomia vocale, sviluppando profondo interesse per l’etnomusicologia, in particolare per l’Asia, esperienza che la porterà ad avvicinarsi a calligrafia orientale e danza contemporanea. Da questi percorsi nascono nel 2013 le sue performance a inchiostro, esperienze fondate sulla relazione segno-corpo, e disegni e dipinti in cui forme e colori evocano la realtà universalmente percepibile e conosciuta, ma ne svelano l’aspetto più mistico e intimo. Sempre nel 2013, dopo sei anni di attività come illustratrice, nascono progetti di creativity training rivolti a privati e aziende: workshop in cui i partecipanti sono guidati nello sviluppo della propria creatività fuori dal quotidiano, per sviluppare capacità di osservazione e movimento, applicabili nella vita come nella professione. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >