© 20th Century Fox
TV e Cinema
di Simone Stefanini 15 Gennaio 2020

Jojo Rabbit è il film che dovete recuperare prima degli Oscar

Il film di Taika Waititi è una splendida commedia nera sul nazismo, che si tinge di dramma ma non rinuncia mai alla battuta geniale. Ha conquistato 6 nomination agli Oscar

Ci sono due tipi di persone: quelli che conoscono Taika Waititi e quelli che sbagliano. Purtroppo, nel trailer del suo ultimo film Jojo Rabbit, candidato agli Oscar, viene ricordato solo per la regia mainstream di Thor: Ragnarok, ma Waititi, punta di diamante del cinema neozelandese, è molto, molto di più. Esordisce con Eagle vs Shark nel 2007, il film indie perfetto, una storia d’amore malata, divertente e assolutamente fresca, come non l’avevamo mai vista prima. Suo è anche What We Do in the Shadows, il mockumentary sui vampiri urbani che ha dato vita alla serie tv dallo stesso titolo, sempre ideata dal suo genio. Poi Selvaggi in fuga e Thor, ma dopo. Se non avete capito, Taika Waititi è un pazzo bravissimo, ma nessuno avrebbe sospettato che avrebbe interpretato  Hitler simpatico in un film candidato agli Oscar, e invece…

Jojo Rabbit, il suo ultimo film, ha ricevuto ben sei nomination all’Oscar tra cui: Miglior film, Miglior attrice non protagonista (Scarlett Johansson), Miglior sceneggiatura non originale.

Partiamo da quest’ultima nomination e parliamo un po’ della trama: il fim è un adattamento molto libero del romanzo Il cielo in gabbia di Christine Leunens, ma mentre il libro è dannatamente serio, il film è una commedia nera, che presto diventa dramma senza perdere mai la battuta geniale, che cambia il tono del film. Trama: siamo nella Germania nazista del 1945 e Jojo è un bambino di 10 anni che vive con la madre Rosie e una passione sfrenata per il nazismo, che lo porta ad avere un Adolf Hitler idealizzato come amico immaginario. Tenta di arruolarsi nella gioventù hitleriana ma, in seguito a un incidente, torna a casa invalido e fa la conoscenza con Elsa, la ragazza ebrea che sua madre nasconde in una falsa parete. Per ora vi basti così.

Se avete sempre vivido in testa il ricordo dei singhiozzi profusi dopo la visione de La vita è bella, sappiate subito che qui si esplorano altri registri, nonostante di base si tratti di una dark comedy sul nazismo. Niente è così estremo, spesso sembra di assistere al tono dei film di Wes Anderson, ma la mazzata, quando arriva, coglie dritto il punto.

© 20th Century Fox  © 20th Century Fox

Le musiche sono eccezionali e vanno a ripescare classici dei Beatles o di Bowie cantati dagli stessi autori in tedesco, il montaggio è serrato quando serve, ma di base è  un indie movie che sbarca a Hollywood. Gli attori sono straordinari: Scarlett Johansson interpreta Rosie, la madre del protagonista ed è magnifica nonostante il ruolo spesso sopra le righe, Roman Griffin Davis è Jojo e non si capisce come non sia candidato agli Oscar, vista la sua bravura. Sam Rockwell è un capitano nazista talmente scazzato che alla fine prendi in simpatia, così come Rebel Wilson che interpreta Fräulein Rahm, la fanatica del Reich. Eccezionale è anche l’attrice neozelandese Thomasin McKenzie che interpreta Elsa, la ragazza ebrea. Dalle sue espressioni passa tutto il dramma, la paura e il desiderio di rimanere viva nonostante l’orrore.

Poi c’è Hitler, ma non il bastardo vero, quello idealizzato dal bambino, che mangia carne di unicorno e vuole sterminare gli ebrei perché sono mostri con le squame e le corna, che lanciano raggi dagli occhi. Non gli vuoi mai bene, nonostante la versione immaginaria. D’altra parte, come dice l’adorabile Yorki, l’unico amico vero di Jojo: “Decisamente non è un buon momento per essere un nazista”. Ah, quanto vorremmo che lo fosse anche nella vita reale.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

5,00 €

SHOPPER "MI AMI Festival 2020"

Shopper ufficiale “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids. Bag bianca cotone con illustrazione multicolor. La shopper che avresti voluto acquistare. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Luca Zamoc

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Luca Zamoc Luca Zamoc è nato a Modena nel 1986. Sin da piccolo ha trovato ispirazione nei fumetti anni ‘80, nella Bibbia e nell’anatomia umana. Ha frequentato l’Accademia delle Belle Arti di Milano, dove ha conseguito un titolo in Graphic Design & Art Direction. Il suo lavoro abbraccia diversi media, dal digitale ai muri, passando all’inchiostro, carta e fumetto. Negli ultimi anni ha lavorato e vissuto in diverse città quali Milano, Berlino, Londra, Los Angeles, New York e Istanbul. Oggi vive e lavora a Barcellona. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

KIT DEL SINGLE "MI AMI Festival 2020"

KIT DEL SINGLE “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper due kit semi: un kit passiflora, peperoncino, melanzana e un kit mimosa, pisello, salvia due lattine bevanda del desiderio Il kit che avresti amato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Martina Merlini

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Martina Merlini Martina Merlini, artista visiva bolognese, classe 1986, vive e lavora a Milano. Il percorso artistico di Martina Merlini si snoda multiformemente nel solco dell’esplorazione, coinvolgendo una pluralità di tecniche, materiali e supporti che convergono nella ricerca di un equilibrio formale delicatamente costruito sull’armonia di elementi astratti e geometrici. Attiva dal 2009, ha esposto in numerose gallerie europee e americane. Dal 2010 al 2013, insieme a Tellas, intraprende il progetto installativo Asylum, che viene presentato a Palermo, Bologna, Milano e Foligno. Nell’estate del 2012 viene invitata a partecipare a Living Walls, primo festival di Street Art al femminile, ad Atlanta. Nel dicembre 2013 inaugura la sua seconda personale, «Wax» all’interno degli spazi di Elastico, Bologna, dove indaga l’utilizzo della cera come medium principale del suo lavoro, ricerca approfondita nella sua prima personale americana, «Starch, Wax, Paper & Wood», presso White Walls & Shooting Gallery, San Francisco. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
7,00 €

T-SHIRT "MI AMI Festival 2020"

T-shirt ufficiale  “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids, sul retro lineup artisti. 100% cotone con illustrazione multicolor, disponibile nella variante colore bianca o viola. La t-shirt che avresti voluto indossare. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
15,00 €

Maglietta "La bellezza fa 40"

100% cotone Maglietta bianca Gildan Heavy Cotton Illustrazione di Alessandro Baronciani per la mostra "La bellezza fa 40" Serigrafata a mano da Corpoc.
5,00 €

MANIFESTO "MI AMI Festival 2020"

MANIFESTO ufficiale “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di StencilNoire

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari StencilNoire StencilNoire, classe ’75, vive e opera in un paesino del sud Italia, Massafra, dove le problematiche socio-culturali danno spunto quotidiano alle sue opere. Veterano dell’uso del colore, sin da bambino ha fatto dell’arte la sua più grande passione, sperimentando tutte le tecniche artistiche, dai colori a olio, al carboncino, all’aerografo, approdando, nel ’95, nella cultura dello stencil e dello sticker. Ha partecipato a numerosi eventi, sia a livello personale, che col gruppo «South Italy Street Art», del quale è co-fondatore. Fra gli ultimi eventi si annoverano le partecipazioni allo Jonio Jazz Festival, svoltosi a Faggiano (TA), al Calafrika music Festival svoltosi a Pianopoli (CZ), e a Residence Artistic in Country Secret Zone, un esperimento artistico di Street Art chiamato «Torrent 14» organizzato da Biodpi in collaborazione con Ortika, svoltosi a Sant’Agata de’Goti. Vincitore della giuria artisti del 1° Concorso Internazionale d’Arte su Vinile, organizzato dall’associazione Artwo in collaborazione con Ortika Street Art Lovers, dedicato a Domenico Modugno, in occasione dei 20 anni della sua scomparsa. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >