TV e Cinema
di Simone Stefanini 15 Gennaio 2020

Jojo Rabbit è il film che dovete recuperare prima degli Oscar

Il film di Taika Waititi è una splendida commedia nera sul nazismo, che si tinge di dramma ma non rinuncia mai alla battuta geniale. Ha conquistato 6 nomination agli Oscar

Ci sono due tipi di persone: quelli che conoscono Taika Waititi e quelli che sbagliano. Purtroppo, nel trailer del suo ultimo film Jojo Rabbit, candidato agli Oscar, viene ricordato solo per la regia mainstream di Thor: Ragnarok, ma Waititi, punta di diamante del cinema neozelandese, è molto, molto di più. Esordisce con Eagle vs Shark nel 2007, il film indie perfetto, una storia d’amore malata, divertente e assolutamente fresca, come non l’avevamo mai vista prima. Suo è anche What We Do in the Shadows, il mockumentary sui vampiri urbani che ha dato vita alla serie tv dallo stesso titolo, sempre ideata dal suo genio. Poi Selvaggi in fuga e Thor, ma dopo. Se non avete capito, Taika Waititi è un pazzo bravissimo, ma nessuno avrebbe sospettato che avrebbe interpretato  Hitler simpatico in un film candidato agli Oscar, e invece…

Jojo Rabbit, il suo ultimo film, ha ricevuto ben sei nomination all’Oscar tra cui: Miglior film, Miglior attrice non protagonista (Scarlett Johansson), Miglior sceneggiatura non originale.

Partiamo da quest’ultima nomination e parliamo un po’ della trama: il fim è un adattamento molto libero del romanzo Il cielo in gabbia di Christine Leunens, ma mentre il libro è dannatamente serio, il film è una commedia nera, che presto diventa dramma senza perdere mai la battuta geniale, che cambia il tono del film. Trama: siamo nella Germania nazista del 1945 e Jojo è un bambino di 10 anni che vive con la madre Rosie e una passione sfrenata per il nazismo, che lo porta ad avere un Adolf Hitler idealizzato come amico immaginario. Tenta di arruolarsi nella gioventù hitleriana ma, in seguito a un incidente, torna a casa invalido e fa la conoscenza con Elsa, la ragazza ebrea che sua madre nasconde in una falsa parete. Per ora vi basti così.

Se avete sempre vivido in testa il ricordo dei singhiozzi profusi dopo la visione de La vita è bella, sappiate subito che qui si esplorano altri registri, nonostante di base si tratti di una dark comedy sul nazismo. Niente è così estremo, spesso sembra di assistere al tono dei film di Wes Anderson, ma la mazzata, quando arriva, coglie dritto il punto.

© 20th Century Fox  © 20th Century Fox

Le musiche sono eccezionali e vanno a ripescare classici dei Beatles o di Bowie cantati dagli stessi autori in tedesco, il montaggio è serrato quando serve, ma di base è  un indie movie che sbarca a Hollywood. Gli attori sono straordinari: Scarlett Johansson interpreta Rosie, la madre del protagonista ed è magnifica nonostante il ruolo spesso sopra le righe, Roman Griffin Davis è Jojo e non si capisce come non sia candidato agli Oscar, vista la sua bravura. Sam Rockwell è un capitano nazista talmente scazzato che alla fine prendi in simpatia, così come Rebel Wilson che interpreta Fräulein Rahm, la fanatica del Reich. Eccezionale è anche l’attrice neozelandese Thomasin McKenzie che interpreta Elsa, la ragazza ebrea. Dalle sue espressioni passa tutto il dramma, la paura e il desiderio di rimanere viva nonostante l’orrore.

Poi c’è Hitler, ma non il bastardo vero, quello idealizzato dal bambino, che mangia carne di unicorno e vuole sterminare gli ebrei perché sono mostri con le squame e le corna, che lanciano raggi dagli occhi. Non gli vuoi mai bene, nonostante la versione immaginaria. D’altra parte, come dice l’adorabile Yorki, l’unico amico vero di Jojo: “Decisamente non è un buon momento per essere un nazista”. Ah, quanto vorremmo che lo fosse anche nella vita reale.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

15,00 €

Maglietta Better Days calligrafica

100% cotone Modello unisex Serigrafia con scritta "Better Days" creata da calligrafo Bizantino Perché c'è sempre bisogno di giorni migliori
35,00 €

Locandina de "Il Film del Concerto" di Andrea Laszlo De Simone

Locandina numerata e autografata del Film del Concerto di Andrea Laszlo De Simone con l'Immensità Orchestra, in triennale di Milano. L'illustrazione originale della locandina è a cura di Irene Carbone, illustratrice e fumettista torinese con studi alla Scuola Internazionale di Comics, dal 2015 nel duo creativo Irene&Irene e da tempo coinvolta nel progetto Andrea Laszlo De Simone per la realizzazione delle copertine dei dischi "Immensità" ed "Ecce Homo", i video d'animazione "11:43" e "Sparite Tutti", oltre ad aver ideato la creatività della cover digitale di "VIVO". Per “Il Film Del Concerto” ha realizzato a mano un'opera che riconduce al migliore immaginario cinematografico di Federico Fellini. L'opera sarà stampata in pochissime copie in edizione limitata, autografate dagli artisti.  
5,00 €

Borsa "MI AMI Festival 2017"

La borsa ufficiale del “MI AMI Festival 2017” disegnata da Viola Niccolai serigrafata a mano da Legno. Bag bianca cotone con illustrazione rosa.
25,00 €

Maglietta de "Il Film del Concerto" di Andrea Laszlo De Simone

Maglietta in edizione limitata per il concerto di Andrea Laszlo De Simone.  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Alessandro Ripane

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Ripane Alessandro Ripane è nato a Genova nel 1989. Ha vissuto e lavorato in Svezia. A causa della mancanza di animali selvaggi nella città di Genova, Alessandro si è comprato molti libri sull’argomento. A causa della mancanza di supereroi nella città di Genova, Alessandro si è comprato un sacco di fumetti a tema. È diventato quindi un esperto in entrambe le categorie, anche se ora disegna un po’ di tutto, tranne gli alieni, perché non è sicuro di come siano vestiti. Ora è impegnato a combattere la caduta dei capelli, a comporre una sofisticata musica del futuro, a imparare come disegnare gli alieni e a guardare tutti i film sui mostri e gli zombi che non ha ancora visto. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
5,00 €

MANIFESTO "MI AMI Festival 2020"

MANIFESTO ufficiale “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
17,00 €

KIT DEL DESIDERIO "MI AMI Festival 2020"

KIT DEL DESIDERIO “MI AMI Festival 2020” Contiene: una shopper quattro lattine Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
5,00 €

KIT SEMI "MI AMI Festival 2020": MIMOSA, PISELLO, SALVIA

Kit semi misti “MI AMI Festival 2020”, grafica disegnata da Alkanoids. Il desiderio che avresti voluto piantare. Il kit ufficiale contiene: Mimosa Pudica Denominata anche la Sensitiva, la Mimosa Pudica è così casta che basta sfiorarla per innescare una timida reazione nei suoi rami. Al minimo tocco, infatti, le foglie si ripiegano su se stesse, mentre il picciolo si abbassa, creando un danzante movimento con i suoi leggeri fiori rotondi. Oltre a fuggire da incontri hot con oggetti e persone, questo comportamento la caratterizza nelle ore notturne, evitando così incontri ravvicinati. Pisello Viola Désirée Il Pisello Viola è un varietà molto antica, dall’aspetto affascinante per il suo insolito colore, al suo interno, invece, conserva la sua tipica tinta verde. Come ogni varietà è un simbolo -oltre fallico- lunare, nei sogni infatti è sinonimo di fecondità. Molto apprezzato per il suo sapore delicato è l’ideale per zuppe e principesse dal gusto raffinato e desiderose di riposare su un raro ortaggio. Salvia Rossa Famosa per essere utilizzata da Cleopatra come afrodisiaco, la Salvia è una pianta carica di proprietà. Oltre ad accendere la libido negli amanti, è portatrice di sogni profetici, piacere fisico e fertilità. La forma e l’aspetto rugoso del fogliame le donano la nomina di lingua vegetale, per gli animi più romantici la Salvia Splendens, o Rossa, ricorda la sagoma di un cuore. Contiene desiderio, come è giusto che sia fatene l’uso che preferite. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >