TV e Cinema
di Mattia Nesto 28 Marzo 2017

Tutti insieme poco appassionatamente: il primo trailer di Justice League

Cosa dobbiamo aspettarci dal film con i supereroi della DC che combattono il male in gruppo?

Via https://www.cinematographe.it  Via https://www.cinematographe.it

 

In questi giorni è stato diffuso il primo trailer de Justice League, il nuovo film dell’universo dei supereroi DC la cui uscita è prevista per il prossimo novembre (e che sarà preceduto a giugno dall’episodio dedicato a Wonder Woman). Dopo i sonori insuccessi di Superman: Man of Steel e dell’ancor più clamorosa débâcle rappresentata da Batman V Superman: Dawn of Justice (ma anche chi la pensa diversamente come in questo bell’articolo), il regista Zack Snyder ha spiegato che: “Questo film non sarà un semplice nuovo capitolo della serie ma un vero e proprio inizio di un qualcosa di epico e mai visto prima“. Ma al di là di queste dichiarazioni di facciata che cosa ci dice questo primo trailer?

 

 

Si vede un Bruce Wayne, interpretato da Ben Affleck che a cavallo (con tutte le auto, gli elicotteri senza considerare le moto super fighe perché proprio a cavallo?!) si muove per una landa fredda e desolata fino a raggiungere una baia dove vi è quella che pare una sorta di base d’attracco-porto. A questo punto la scena cambia rapidamente e, dopo un non meglio precisato mostro che appare e scompare con la velocità di un lampo, torna in scena Batman spalleggiata da Wonder Woman/Gal Gadot. I due si rendono conto che il pericolo è più che imminente e quindi decidono di mettersi alla ricerca di membri per allestire una squadra in difesa della Terra. La scelta del Pipistrello e dell’Amazzone ricade su tre personaggi uno più diverso dell’altro: Flash, interpretato da Ezra Miller, l’uomo più veloce del mondo, Aquaman/Jason Momoa, il re dei mari e  Cyborg/ Ray Fisher, metà umano e metà robot (detto in soldoni per carità).

 

 

 

 

Sostanzialmente il trailer finisce qui perché il restante minuto e mezzo è un tentativo, va detto piuttosto maldestro, di presentare i superpoteri di questi nuovi supereroi dell’universo DC. Ancora una volta l’approccio di Snyder, almeno stante questo primo trailer, è caratterizzato dal solito tratto iper-compulsivo, ovvero raccontare tutto e il contrario di tutto in pochissimi secondi.

 

 

 

Tanto è vero che solo i più avvezzi conoscitori delle avventure di Superman hanno saputo associare le mega-api volanti ai famigerati Parademoni, un esercito alieno al soldo di Steppenwolf (no, non il gruppo rock amaricano/canadese degli anni Settanta), storico cattivone dell’universo DC e zio di Darkseid, forse uno dei più acerrimi antagonisti di Superman di tutti i tempi (e autore della famosa frase, ricca di modestia: “Sono molte cose, Kal-El, ma qui, io sono Dio“). Certo a chi è piaciuto Superman V Batman proprio per il suo “non essere un film per nerd” apprezzerà ancora una volta la scelta del regista, ma per chi preferisce un altro tipo di approccio più etico e meno epico, non azione-e-ancora-azione ma anche storia del personaggio, non potrà fare altro che contestare su tutta la linea.

 

 

 

 

La sensazione che si ha è quindi quella di essere davanti ad un pastrocchio stile Suicide Squad (lo avete letto il pezzo di Marco Villa vero?), ovvero di una serie di personaggi riconoscibili ma messi alla rinfusa, magari anche per pochissime scene e che si dimenticano con la stessa velocità con cui sono comparse. Ciò che ha fatto grande, di successo e parte del nostro immaginario i film della Marvel è stato il tentativo di tutti i registi (anche negli episodi meno riusciti) di raccontare a fondo il personaggio: usando una frase trita e ritrita “si sono concentrati sull’uomo dietro la maschera“.

 

 

 

Invece il team della DC, almeno fino a questo momento, ha sempre preferito scegliere un approccio muscolare, tentando di mettere più roba possibile nel calderone ma non riuscendo però mai e poi a realizzare una sintesi di fondo convincente per un certo tipo di pubblico. E poi perché scegliere sempre una dominante cromatica così scura e cupa? Se c’è una cosa bella e vedere la Flash, la “freccia scarlatta”, scorrazzare a tutta velocità nel suo completo rosso acceso: così il suo costume ha lo stesso colore di una Fiat 600 amaranto del 2001.

 

Via http://static.srcdn.com  Via http://static.srcdn.com

 

Ciliegina sulla torta del cattivo gusto è la battuta pronunciata, giusto alla fine del trailer, da Ben Affleck. Alla domanda di Barry Allen/Flash su quale superpotere abbia il Pipistrello, Batman/Bruce Wayne risponde: “Io sono ricco“. Ecco questo non fa ridere ed anche il più distratto tra i lettori o seguaci delle avventure DC Comics sa che un personaggio sfaccettato e ricco di sfumature come Bruce Wayne mai e poi avrebbe pronunciato una frase del genere (figuriamoci, ma qui siamo al limite della bestemmia in sacrestia, della versione di Batman interpretata da Christian Bale nella trilogia di Nolan).

 

Via www.badtaste.it  Via www.badtaste.it

 

Ah e naturalmente nel primo trailer rilasciato non si vede Superman, ovvero l’altro pezzo da novanta assieme a Batman della Justice League. Ma siamo certi che il marcantonio  Henry Cavill non mancherà all’appello, soprattutto se si osserva con attenzione il merchandising già ampiamente pubblicizzato sui siti di mezzo mondo. Insomma se il buongiorno si vede questo Justice League promette burrasca. Certo abbiamo visto soltanto un trailer di neppure tre minuti eppure la somma di un sacco di elementi negativi non può fare altro che far storcere il naso anche al più accanito fan del franchise. Beh nel caso di una nuova delusione noi sappiamo già come consolarci: ovvero con una festa in maschera con i nostri migliori amici a tema DC Comics stile The Big Bang Theory!

 

 

 

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di StencilNoire

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari StencilNoire StencilNoire, classe ’75, vive e opera in un paesino del sud Italia, Massafra, dove le problematiche socio-culturali danno spunto quotidiano alle sue opere. Veterano dell’uso del colore, sin da bambino ha fatto dell’arte la sua più grande passione, sperimentando tutte le tecniche artistiche, dai colori a olio, al carboncino, all’aerografo, approdando, nel ’95, nella cultura dello stencil e dello sticker. Ha partecipato a numerosi eventi, sia a livello personale, che col gruppo «South Italy Street Art», del quale è co-fondatore. Fra gli ultimi eventi si annoverano le partecipazioni allo Jonio Jazz Festival, svoltosi a Faggiano (TA), al Calafrika music Festival svoltosi a Pianopoli (CZ), e a Residence Artistic in Country Secret Zone, un esperimento artistico di Street Art chiamato «Torrent 14» organizzato da Biodpi in collaborazione con Ortika, svoltosi a Sant’Agata de’Goti. Vincitore della giuria artisti del 1° Concorso Internazionale d’Arte su Vinile, organizzato dall’associazione Artwo in collaborazione con Ortika Street Art Lovers, dedicato a Domenico Modugno, in occasione dei 20 anni della sua scomparsa. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Agricane Serigrafia di DEM

Serigrafia a due colori, dimensioni 20x30 cm Edizione limitata di 40 esemplari DEM Come un moderno alchimista, DEM crea personaggi bizzarri, creature surreali abitanti di un livello nascosto nel mondo degli umani. Eclettico e divertente, attraverso muri dipinti, illustrazioni e installazioni ricche di allegorie, lascia che sia lo spettatore a trovare la chiave per il suo enigmatico e arcano mondo. Oltre ad avere vecchie fabbriche ed edifici abbandonati come sfondo abituale ai suoi lavori, DEM è stato anche ospite alla Oro Gallery di Goteborg e ha preso parte a esposizioni importanti come «Street Art, Sweet Art» (PAC, Milano), «Nomadaz» (Scion Gallery, Los Angeles), «Original Cultures» (Stolen Space Gallery, London) and «CCTV» (Aposthrofe Gallery, Hong Kong). Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
10,00 €

KIT GARDENING “MI AMI Festival 2020”

KIT GARDENING “MI AMI Festival 2020” Contiene: una shopper un kit passiflora, peperoncino, melanzana un kit mimosa, pisello, salvia Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
7,00 €

T-SHIRT "MI AMI Festival 2020"

T-shirt ufficiale  “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids, sul retro lineup artisti. 100% cotone con illustrazione multicolor, disponibile nella variante colore bianca o viola. La t-shirt che avresti voluto indossare. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
5,00 €

KIT SEMI "MI AMI Festival 2020": MIMOSA, PISELLO, SALVIA

Kit semi misti “MI AMI Festival 2020”, grafica disegnata da Alkanoids. Il desiderio che avresti voluto piantare. Il kit ufficiale contiene: Mimosa Pudica Denominata anche la Sensitiva, la Mimosa Pudica è così casta che basta sfiorarla per innescare una timida reazione nei suoi rami. Al minimo tocco, infatti, le foglie si ripiegano su se stesse, mentre il picciolo si abbassa, creando un danzante movimento con i suoi leggeri fiori rotondi. Oltre a fuggire da incontri hot con oggetti e persone, questo comportamento la caratterizza nelle ore notturne, evitando così incontri ravvicinati. Pisello Viola Désirée Il Pisello Viola è un varietà molto antica, dall’aspetto affascinante per il suo insolito colore, al suo interno, invece, conserva la sua tipica tinta verde. Come ogni varietà è un simbolo -oltre fallico- lunare, nei sogni infatti è sinonimo di fecondità. Molto apprezzato per il suo sapore delicato è l’ideale per zuppe e principesse dal gusto raffinato e desiderose di riposare su un raro ortaggio. Salvia Rossa Famosa per essere utilizzata da Cleopatra come afrodisiaco, la Salvia è una pianta carica di proprietà. Oltre ad accendere la libido negli amanti, è portatrice di sogni profetici, piacere fisico e fertilità. La forma e l’aspetto rugoso del fogliame le donano la nomina di lingua vegetale, per gli animi più romantici la Salvia Splendens, o Rossa, ricorda la sagoma di un cuore. Contiene desiderio, come è giusto che sia fatene l’uso che preferite. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Locandina de "Il Film del Concerto" di Andrea Laszlo De Simone

Locandina numerata e autografata del Film del Concerto di Andrea Laszlo De Simone con l'Immensità Orchestra, in triennale di Milano. L'illustrazione originale della locandina è a cura di Irene Carbone, illustratrice e fumettista torinese con studi alla Scuola Internazionale di Comics, dal 2015 nel duo creativo Irene&Irene e da tempo coinvolta nel progetto Andrea Laszlo De Simone per la realizzazione delle copertine dei dischi "Immensità" ed "Ecce Homo", i video d'animazione "11:43" e "Sparite Tutti", oltre ad aver ideato la creatività della cover digitale di "VIVO". Per “Il Film Del Concerto” ha realizzato a mano un'opera che riconduce al migliore immaginario cinematografico di Federico Fellini. L'opera sarà stampata in pochissime copie in edizione limitata, autografate dagli artisti.  
15,00 €

La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia

Scarica gratuitamente l'ebook de La Bella Nostalgia in tutti i formati QUI   "La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia" di Simone Stefanini parla di mode, film, telefilm, musica, porno, orrori e gioie di due decenni contrapposti di cui oggi abbiamo rivalutato ogni lascito. Una riflessione tragicomica sulla retromania in Italia, una macchina del tempo a metà tra la DeLorean di Ritorno al Futuro e la Bianchina di Fantozzi. 200 pagine - edizione limitata di 50 copie firmata e numerata dall'autore. Edizioni Brava Gente - Betterdays    
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Ester Grossi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Ester Grossi Nata ad Avezzano (AQ) nel 1981. Diplomata in Moda, Design e Arredamento presso l’Istituto d’Arte Vincenzo Bellisario, nel 2008 ha conseguito la laurea specialistica in Cinema, Televisione e Produzione Multimediale presso il DAMS di Bologna. Si dedica da anni alla pittura e ha all’attivo diverse mostre in Italia e all’estero; è vincitrice del Premio Italian Factory 2010 e finalista del Premio Cairo 2012. Nel 2011 è stata invitata alla 54° Biennale di Venezia (Padiglione Abruzzo). Come illustratrice ha realizzato manifesti per festival di cinema e musica (Imaginaria Film Festival, MIAMI, Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto) e cover per album di band musicali (A Classic Education, LIFE&LIMB). Collabora frequentemente con musicisti per la realizzazione di mostre e installazioni pittoriche-sonore. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >