“La gabbianella e il gatto”, una storia edificante sull’amore incondizionato

Il film “La gabbianella e il gatto”, tratto dal romanzo di Luis Sepúlveda e diretto da Enzo D’Alò, è una storia eterna sull’amore incondizionato che non smetterà mai di emozionare.

A distanza di anni, da quando a scuola la maestra ci fece vedere “La gabbianella e il gatto“, due immagini rimangono ancora vivide nella mia memoria: Kengah impregnata di petrolio in mezzo a una pozza nera e appiccicosa che sporca il mare, e Fifì che spicca il volo dal campanile di San Michele. Quel momento, scena finale del film, era accompagnato dalla musica di David Rhodes e dall’incantevole voce di Ivana Spagna.

Ero ed eravamo troppo piccoli per capire il significato di quella canzone. Eravamo solo tristi perchè Fortunata abbandonava i suoi gatti ma allo stesso tempo felici, perchè la gabbianella aveva trovato finalmente il suo posto, il suo destino. “Fallo per noi gatti, non abbiamo mai volato: sii tu il primo gatto volante!“, diceva Zorba a Fifì, prima di spiccare il volo sopra il cielo di Amburgo.

Il film usciva nel 1998, diretto da Enzo D’Alò con un successo enorme. Film d’animazione intramontabile, era tratto dal romanzo di Luis Sepúlveda del 1996 “Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare”: una storia meravigliosa con cui l’autore conquistò la letteratura di tutto il mondo. Una storia che è una lezione di vita e che ancora oggi, soprattutto oggi, ci fa emozionare.

Sono tantissimi i messaggi che Sepúlveda ha impresso nelle pagine, animate dal film, del suo romanzo, che parlava già del petrolio come della “maledizione degli umani” e “della pazzia degli uomini che un giorno finirà per distruggere il mondo selvaggio e meraviglioso che madre natura ci aveva donato“.

Ho paura mamma“, dice Fortunata a Zorba, prima della scena conclusiva del film, “oh, Fifì… io non sono tua madre“, risponde Zorba con tenerezza. E allora, Fifì ci riprova: “ho paura, papà“: La gabbianella e il gatto racconta l’amore incondizionato che non bada a differenze e che prescinde dal genere, dal sesso, dalle specie.

Una storia che insegna a mantenere le promesse e ad aiutare sempre chi è in difficoltà. Ci insegna l’amicizia, l’inclusione, l’amore senza pregiudizi. Ci dimostra che, spesso, il supporto e poi la spinta degli altri è fondamentale per trovare il coraggio di buttarci nel vuoto, spiccare il volo e trovare la nostra strada. La gabbianella e il gatto ci insegna questo e molto altro. Una storia eterna che non smetterà mai di essere parte dell’infanzia di chi l’ha ascoltata e di chi la ascolterà.

 

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di CT

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari CT L’opera di CT affonda le sue radici nella cultura del Writing. Dalle prime sperimentazioni, influenzate dagli stili più classici dei graffiti, è passato in modo progressivo ad una ricerca minuziosa capace di cogliere ed evidenziare i cambiamenti del paesaggio urbano. Le fascinazioni ricevute dai graffiti sono tuttavia presenti nelle fasi di questo processo: il soggetto-oggetto della sua analisi, le tecniche utilizzate ed in parte i luoghi scelti per i suoi interventi. L’interesse per il lettering si è quindi trasformato in espediente per lo studio della forma fino ad approdare, oggi, ad una ricerca più ampia relativa allo spazio e alle dinamiche contemporanee. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Luca Zamoc

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Luca Zamoc Luca Zamoc è nato a Modena nel 1986. Sin da piccolo ha trovato ispirazione nei fumetti anni ‘80, nella Bibbia e nell’anatomia umana. Ha frequentato l’Accademia delle Belle Arti di Milano, dove ha conseguito un titolo in Graphic Design & Art Direction. Il suo lavoro abbraccia diversi media, dal digitale ai muri, passando all’inchiostro, carta e fumetto. Negli ultimi anni ha lavorato e vissuto in diverse città quali Milano, Berlino, Londra, Los Angeles, New York e Istanbul. Oggi vive e lavora a Barcellona. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
25,00 €

KIT GARDENER "MI AMI Festival 2020"

Kit GARDENER “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper due kit semi: un kit passiflora, peperoncino, melanzana e un kit mimosa, pisello, salvia Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
25,00 €

Maglietta de "Il Film del Concerto" di Andrea Laszlo De Simone

Maglietta in edizione limitata per il concerto di Andrea Laszlo De Simone.  
17,00 €

KIT DEL DESIDERIO "MI AMI Festival 2020"

KIT DEL DESIDERIO “MI AMI Festival 2020” Contiene: una shopper quattro lattine Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di VitoManoloRoma

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari VitoManoloRoma Attualmente vive a Milano e lavora come freelance in qualità di grafico, illustratore, animatore e fumettista. Si forma presso il Liceo Artistico statale di Busto Arsizio, poi la compagnia di teatro sperimentale Radicetimbrica e termina gli studi al Politecnico di Milano dove si avvicina al Graphic Design. Durante i primi anni di professione come progettista e illustratore in alcuni studi di grafica milanesi, continua a disegnare e partecipa a mostre collettive di illustratori, fra le quali «Spaziosenzatitolo» (Roma), «Doppiosenso» (Beirut) e «Manifesta» (Milano). Con il collettivo di satira a fumetti L’antitempo fonda l’omonima rivista con la quale vince il Premio Satira 2013 come miglior realtà editoriale italiana. Appassionato di musica africana, afroamericana e jamaicana, colleziona vinili che seleziona con i collettivi Bigshot! e Soulfinger nei locali neri e non di Milano. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Ester Grossi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Ester Grossi Nata ad Avezzano (AQ) nel 1981. Diplomata in Moda, Design e Arredamento presso l’Istituto d’Arte Vincenzo Bellisario, nel 2008 ha conseguito la laurea specialistica in Cinema, Televisione e Produzione Multimediale presso il DAMS di Bologna. Si dedica da anni alla pittura e ha all’attivo diverse mostre in Italia e all’estero; è vincitrice del Premio Italian Factory 2010 e finalista del Premio Cairo 2012. Nel 2011 è stata invitata alla 54° Biennale di Venezia (Padiglione Abruzzo). Come illustratrice ha realizzato manifesti per festival di cinema e musica (Imaginaria Film Festival, MIAMI, Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto) e cover per album di band musicali (A Classic Education, LIFE&LIMB). Collabora frequentemente con musicisti per la realizzazione di mostre e installazioni pittoriche-sonore. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
5,00 €

Borsa "La bellezza fa 40"

La borsa ufficiale della mostra "La bellezza fa 40" disegnata da Alessandro Baronciani serigrafata a mano da Corpoc. Bag bianca cotone con illustrazione nera.  
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >