abbassare magnitudo terremoto
Web
di Gabriele Ferraresi 26 Agosto 2016

No, non c’è nessun complotto per abbassare la magnitudo del terremoto

Possibile che l’INGV abbia abbassato il dato del sisma per evitare indennizzi alle popolazioni? Ovviamente no: è una bufala

bufala_schermata  Certamente, certamente

 

Il terremoto che ha colpito il centro Italia è una tragedia devastante in cui al momento hanno perso la vita 267 persone. Migliaia di altre hanno visto crollare e trasformarsi in macerie il luogo dove vivevano o erano cresciuti, e chissà quando potranno tornare a viverci. Ieri abbiamo visto come questo evento drammatico abbia tirato fuori il peggio dall’internet. Un peggio dove non c’è fine.

Ed è proprio sulla ricostruzione seguente al sisma che si concentra una delle bufale circolate nelle ultime ore, quella secondo cui l’INGV – l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia – avrebbe falsato il dato della magnitudo del terremoto  per evitare che alle popolazioni colpite dal sisma arrivino i risarcimenti e gli indennizzi per la ricostruzione. La colpa? Di una legge voluta da Mario Monti anni fa.

Il testo originale della bufala che forse avrete visto condivisa su Facebook è questo: “Mi sono accorto di una cosa. Mentre facevo zapping sono finito sul canale 141 c’è la rete allnews francese e nel serpentone c’è scritto terremoto 6.2 lì per lìnon ci ho fatto caso ma guardando una rassegna delle TV straniere e stampa tutti scrivono 6.2 . Mentre le TV italiane e istituto di geofisica scrivono e parlano di magnitudo 6.0 Ho guardato il sito della geofisica europea e lì scrivono 6.2. A pensar male si fa peccato ecc. Ecc. .. ma sono andato a guardare la legge voluta da Monti per il terremoto dell’Emilia. Se un terremoto supera il 6.1 i danni li paga lo stato se non li supera li pagano gli enti locali. … ecc.Non sono complottista ma un pensiero mi viene da farlo………lo stato è una MERDA!!!!“. Certamente.

La Stampa ricostruisce bene gli eventi e la bufala, spiegando come ovviamente si tratti di una sciocchezza e per vari motivi: “Secondo i complottisti il risarcimento dei danni dipende dalla magnitudo del terremoto. Peccato che i risarcimenti dei danni si calcolino sulla base dell’intensità dei terremoti e non della loro magnitudo: la prima viene calcolata sulla base della scala Mercalli (quella che misura appunto l’intensità sulla base dei danni), la seconda sulla base della scala Richter“. Sempre La Stampa spiega nel dettaglio come e perché.

Anche su Next Quotidiano sbufalano la stessa teoria del complotto, spiegando, portando fatti, dati, ragionamenti sensati: “Nel DDL Monti aveva introdotto all’articolo due un comma che sostanzialmente diceva, secondo l’interpretazione abbastanza libera di alcuni giornali, ai cittadini che i danni del terremoto se li sarebbero dovuti pagare unicamente tramite assicurazioni private. Curiosamente però nessuno ha dato conto che nella successiva conversione in legge del DDL 59/2012 diventata Legge 100/ del 15 luglio 2012 l’articolo 2 è stato soppresso. Ed infatti nel 2013 Monti firmava il decreto per garantire la copertura finanziaria al 100% dei danni subiti dagli immobili durante il terremoto“. Ecco.   

Ma con i complottisti è sempre inutile tentare di smentire portando fatti, dati e ragionamenti sensati, perché per loro è sempre molto più interessante condividere questo post su Facebook abbinandolo a interventi di spessore come il classico “meditate gente, meditate”.

Pochi minuti fa anche Enrico Mentana, sempre su Facebook, ha spiegato come e perché si tratti di una sciocchezza.

 

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Ester Grossi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Ester Grossi Nata ad Avezzano (AQ) nel 1981. Diplomata in Moda, Design e Arredamento presso l’Istituto d’Arte Vincenzo Bellisario, nel 2008 ha conseguito la laurea specialistica in Cinema, Televisione e Produzione Multimediale presso il DAMS di Bologna. Si dedica da anni alla pittura e ha all’attivo diverse mostre in Italia e all’estero; è vincitrice del Premio Italian Factory 2010 e finalista del Premio Cairo 2012. Nel 2011 è stata invitata alla 54° Biennale di Venezia (Padiglione Abruzzo). Come illustratrice ha realizzato manifesti per festival di cinema e musica (Imaginaria Film Festival, MIAMI, Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto) e cover per album di band musicali (A Classic Education, LIFE&LIMB). Collabora frequentemente con musicisti per la realizzazione di mostre e installazioni pittoriche-sonore. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
15,00 €

MAGLIETTA MI AMI 2019 CUORE BIANCA

Maglietta t-shirt American Apparel N2001W bianca, con illustrazione "Cuore" del MI AMI FESTIVAL 2019 di Andrea De Luca davanti e lineup artisti dietro.  
5,00 €

SHOPPER "MI AMI Festival 2020"

Shopper ufficiale “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids. Bag bianca cotone con illustrazione multicolor. La shopper che avresti voluto acquistare. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
15,00 €

MAGLIETTA MI AMI 2019 CUORE GRIGIO CHIARO

Maglietta t-shirt American Apparel N2001W new silver (Grigio Chiaro), con illustrazione "Cuore" del MI AMI FESTIVAL 2019 di Andrea De Luca davanti e lineup artisti dietro.
5,00 €

Borsa "MI AMI Festival 2019"

La borsa ufficiale del “MI AMI Festival 2019”. Bag bianca cotone con illustrazione nera di Andrea De Luca.  
35,00 €

Inés Sastre Serigrafia di Alessandro Baronciani

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Baronciani Alessandro Baronciani vive a Pesaro e lavora a Milano come Art Director, grafico e illustratore. Ha lavorato per diverse agenzie pubblicitarie come direttore di campagne a cartoni animati. Le sue illustrazioni sono state stampate per molti brand come Martini, Coca Cola, Bacardi, Nestlè, Audi, Poste Italiane e Vodafone. Lavora per libri per bambini pubblicati da Mondadori, Feltrinelli e Rizzoli, quest’ultima ha anche pubblicato il suo primo libro, Mi ricci!, completamente pensato, scritto e illustrato da lui. Alessandro disegna fumetti. Ha pubblicato 3 libri di fumetti intitolati Una storia a fumetti, Quando tutto diventò blu e Le ragazze dello studio Munari. Per molti anni ha disegnato e pubblicato i suoi fumetti da solo, come un esperimento fai-da-te mai provato prima in Italia: i suoi fumetti venivano spediti in abbonamento e gli abbonati diventano parte delle storie che disegnava. Suona inoltre la chitarra e canta nella punk band di culto Altro. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
10,00 €

KIT GARDENING “MI AMI Festival 2020”

KIT GARDENING “MI AMI Festival 2020” Contiene: una shopper un kit passiflora, peperoncino, melanzana un kit mimosa, pisello, salvia Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di CT

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari CT L’opera di CT affonda le sue radici nella cultura del Writing. Dalle prime sperimentazioni, influenzate dagli stili più classici dei graffiti, è passato in modo progressivo ad una ricerca minuziosa capace di cogliere ed evidenziare i cambiamenti del paesaggio urbano. Le fascinazioni ricevute dai graffiti sono tuttavia presenti nelle fasi di questo processo: il soggetto-oggetto della sua analisi, le tecniche utilizzate ed in parte i luoghi scelti per i suoi interventi. L’interesse per il lettering si è quindi trasformato in espediente per lo studio della forma fino ad approdare, oggi, ad una ricerca più ampia relativa allo spazio e alle dinamiche contemporanee. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >