Art
di Mattia Nesto 26 Ottobre 2020

Perché fareste bene a leggere Megazinne

Abbiamo intervistato le fondatrici di una delle riviste online più interessanti del momento

Uno dice: ma piantala di passare tutto il pomeriggio a guardare le tette su Instagram. Eppure, al di là della facile battuta, non abbiamo scoperto tanto diversamente Megazinne, ovvero una rivista online (qui  il loro sito dove con una donazione si può scaricare il primo numero) che si è, fin da subito, contraddistinta per una serie di post molto curiosi su Instagram. Tutto il mondo di Megazinne, com’è logico intuire, ruota attorno alle tette ma, finalmente, dal punto di vista anche delle ragazze e, per di più, con un nobile, anzi nobilissimo scopo. Per questo motivo abbiamo subito contattato la fondatrice Ilena Ilardo e la graphic designer Giulia Vigna per saperne di più.

Megazinne come, dove, quando e perché nasce?

Megazinne nasce durante il lockdown di Marzo da un’idea di Ilena, già editor in ambito finanziario, che, stanca di trattare di bond e spread, ha deciso di dedicarsi a un argomento che le sta particolarmente a cuore: le tette.

Sappiamo però che, praticamente fin dall’inizio, c’era un nobile scopo dietro, sia sociale-culturale sia nei confronti della ricerca…

Siamo personalmente molto legate sia al tema della percezione del corpo femminile tramite i media che alla causa della lotta al tumore. Abbiamo quindi scelto LILT Firenze come associazione con cui collaborare per il nostro magazine perché, insieme a ISPRO, è particolarmente incentrata sul recupero psicologico delle donne dopo la rimozione del seno per cause oncologiche.

Che tipo di risposta avete avuto dalle persone che avete contattato per arricchire il vostro magazine?

Super positiva – nonostante non sia facile per nessuno lavorare senza retribuzione. Ma la causa ci ha spinto a metterci il cuore.

Dal punto di vista degli argomenti, quali sono i vostri capisaldi?

Tette, tette, tette. Abbiamo svolto il tema e declinato sotto diversi aspetti della cultura popolare, usando le tette come ‘sineddoche’: la parte per il tutto, il seno per simboleggiare l’intero corpo femminile e parlare delle battaglie che vengono combattute su di esso.

A proposito saremmo curiosi di saperne di più sulle modalità di “costituzione” della redazione. Come avete scelto la vostra squadra?

La redazione in realtà consiste di sole due persone, Ilena, editor e direttrice della rivista, e Giulia, graphic designer. Ci conosciamo da quando ancora non avevamo le tette, ovvero dalla prima elementare.

Qual è un obiettivo, diciamo nel breve termine, che vi date come Megazinne?

In questi primi periodi di attività come sono i feedback? Vi vediamo molto attive/i su Instagram…L’obbiettivo è diffondere il magazine più possibile e raccogliere soldi per la causa. Abbiamo raccolto 1.800 euro in un solo giorno dopo l’uscita di Megazinne, ma Miriam a molto di più.

E invece, come domanda finale, da qui a un anno dove vi piacerebbe “vedere” Megazinne?

Speriamo di vederlo presto stampato in cartaceo (dita incrociate) e di riuscire a produrre un secondo numero, chissà.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Giò Pistone

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Giò Pistone Gio Pistone è nata a Roma. La scelta dei soggetti, spesso figure di fantasia tendenti al mostruoso, caratterizzati da colori molto forti, nasce prestissimo a seguito di incubi notturni. Disegnarli il mattino seguente fu un’idea della madre per affrontare la paura. Presto gli incubi si sono trasformati in vere e proprie visioni da cui ancora oggi attinge. Si è appassionata alla scenografia di teatro dove ha continuato ad approfondire i suoi sogni e il suo innato amore per il grande. In seguito ha lavorato e viaggiato con La Sindrome Del Topo, un gruppo di creatori di strutture di gioco e sogno, con cui si occupava di disegnare, costruire e progettare giostre e labirinti. Ha cominciato a lavorare in strada nel ‘98 attaccando in giro per Roma i suoi disegni fotocopiati. Ha collaborato con varie realtà italiane e internazionali. Ha partecipato a mostre in tutta Europa in particolare presso il Museo MADRE di Napoli, l’Auditorium di Roma, il Museo Macro di Roma e partecipato ad eventi di Street Art quali «Scala Mercalli», «Pop up», «Subsidenze», «Visione Periferica», «Alterazioni», «M.U.Ro». Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
35,00 €

KIT DEL SINGLE "MI AMI Festival 2020"

KIT DEL SINGLE “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper due kit semi: un kit passiflora, peperoncino, melanzana e un kit mimosa, pisello, salvia due lattine bevanda del desiderio Il kit che avresti amato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
15,00 €

MAGLIETTA MI AMI 2019 CUORE BIANCA

Maglietta t-shirt American Apparel N2001W bianca, con illustrazione "Cuore" del MI AMI FESTIVAL 2019 di Andrea De Luca davanti e lineup artisti dietro.  
15,00 €

Maglietta "La bellezza fa 40"

100% cotone Maglietta bianca Gildan Heavy Cotton Illustrazione di Alessandro Baronciani per la mostra "La bellezza fa 40" Serigrafata a mano da Corpoc.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di CT

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari CT L’opera di CT affonda le sue radici nella cultura del Writing. Dalle prime sperimentazioni, influenzate dagli stili più classici dei graffiti, è passato in modo progressivo ad una ricerca minuziosa capace di cogliere ed evidenziare i cambiamenti del paesaggio urbano. Le fascinazioni ricevute dai graffiti sono tuttavia presenti nelle fasi di questo processo: il soggetto-oggetto della sua analisi, le tecniche utilizzate ed in parte i luoghi scelti per i suoi interventi. L’interesse per il lettering si è quindi trasformato in espediente per lo studio della forma fino ad approdare, oggi, ad una ricerca più ampia relativa allo spazio e alle dinamiche contemporanee. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
10,00 €

-GIGA +FIGA

100% cotone Maglietta nera Serigrafia con slogan minimalista per nerd con stile. Gli ordini saranno evasi dopo il MI AMI.
15,00 €

MAGLIETTA MI AMI 2019 VERDE

Maglietta t-shirt American Apparel N2001W verde, con illustrazione completa del MI AMI FESTIVAL 2019 di Andrea De Luca davanti e lineup artisti dietro. Gli ordini saranno evasi dopo il MI AMI.
5,00 €

Borsa "MI AMI Festival 2017"

La borsa ufficiale del “MI AMI Festival 2017” disegnata da Viola Niccolai serigrafata a mano da Legno. Bag bianca cotone con illustrazione rosa.
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >