Chiude l’Apollo: a Milano un cinema in meno e un Apple Store in più

“È una grave perdita per la città”, ha dichiarato il gestore della sala Lionello Cerri

Viaggi
di Marco Villa facebook 7 ottobre 2015 15:04
Chiude l’Apollo: a Milano un cinema in meno e un Apple Store in più

L'ingresso del Cinema Apollo a Milano  L’ingresso del Cinema Apollo a Milano

 

“Riteniamo, ovviamente dal nostro punto di vista, che sia una grave perdita anche per la città”. È con queste parole che i gestori del Cinema Apollo di Milano hanno commentato la futura chiusura del cinema stesso, il cui posto verrà preso da un Apple Store.

È questa la notizia che probabilmente tutti quelli che abitano a Milano hanno visto sui social network da questa mattina: entro un anno un nuovo Apple Store aprirà a Milano, a due passi dal Duomo. Non un negozio come tanti, ma uno con tanto di cupola di vetro, come quello di New York.

Una struttura imponente, che richiede uno spazio adeguato. E lo spazio in questione è appunto l’attuale Cinema Apollo, storico multisala che fa parte del circuito Spaziocinema di Lionello Cerri.

L’Apollo si trova tra Piazza del Liberty e Galleria de Cristoforis e secondo quanto trapelato il nuovo Apple Store dovrebbe avere un ingresso principale con cupola in vetro affacciata sulla piazza, mentre un ingresso secondario sarebbe nella galleria, probabilmente in corrispondenza di quello attuale del cinema.

 

L'Apple Store con cubo di vetro sulla Quinta Strada a New York Keith Barrett - L’Apple Store con cubo di vetro sulla Quinta Strada a New York

 

Come ogni cambiamento degno di questo nome, anche questo ha lasciato dietro di sé una scia di delusione, soprattutto da parte degli appassionati di cinema, che si sono sfogati online per il fatto di perdere un luogo simbolo in favore di un semplice negozio, per quanto prestigioso. Al di là del senso simbolico di questo cambiamento, va detto che l’Apollo è probabilmente il miglior cinema del centro di Milano, sia per la programmazione di qualità con tanto di rassegne, sia per la varietà di dimensione delle sale, tutte sempre ben proporzionate in relazione allo schermo.

Il rammarico del pubblico è seguito a stretto giro dalla delusione di Lionello Cerri, socio al 50% del cinema: “Non so quali siano le trattative di Immobiliare Cinematografica, proprietaria dei muri, se si concluderanno positivamente o se si siano già concluse – ha dichiarato Cerri – Come affittuari, abbiamo appreso questa ipotesi. Nel rispetto delle regole di mercato e nel rispetto della legittime scelte altrui, per noi questa ipotesi è dolorosissima, e in assoluta controtendenza con la nostra missione, che è quella di crescere assieme al nostro pubblico”

A quanto si apprende, come ricordo del cinema dovrebbe rimanere all’interno dell’Apple Store lo schermo della sala principale.

 

Galleria de Cristoforis e l'ingresso del cinema  Galleria de Cristoforis e l’ingresso del cinema

COSA NE PENSI? (Sii gentile)