Society
di Giulia Montani 25 Novembre 2019

4 pubblicità importanti contro la violenza sulle donne

Ci sono spot contro la violenza sulle donne che dicono più di mille parole. Eccone 4 molto significativi che mostrano ciò che in troppe ancora nascondono.

Il 25 novembre di ogni anno, si celebra la Giornata internazionale contro la violenza sulle donne.
Un tema importante, che va ricordato per sottolineare quanto valore ha la lotta contro la violenza di genere in un mondo e in un’Italia che vede ancora troppe donne vittima di violenze, abusi o femminicidio.

Per dare risonanza all’argomento, vi proponiamo di seguito alcune pubblicità tra le più incisive trovate online, che denunciano il fenomeno della violenza di genere.

1 La pubblicità di Ikea contro la violenza domestica

Uno spot senza dialoghi ci lascia senza parole e ci ricorda che la maggior parte delle volte, le urla stanno nel silenzio più assordante.

2 Lo spot girato da Keira Knightley per Women’s aid

Sono molti i brand, le associazioni e i personaggi famosi che ogni anno si schierano a difesa delle donne nella battaglia contro la violenza di genere.
Nel video, l’attrice Keira Knightley ci mostra esplicitamente cos’è violenza e per cosa si lotta, ricordandoci l’importanza di quanto facciamo e per chi lo facciamo nonostante i maltrattamenti magari non ci tocchino o avvengano nelle case altrui. Fare qualcosa può essere un compito di tutti, deve essere un dovere di ognuno.

3 Lo spot indiano contro la violenza sulle donne

 

Al contrario del precedente, lo spot indiano qui sopra ci mostra un altro esempio di violenza domestica questa volta implicita nelle immagini che vediamo.
Cosa significa subire maltrattamenti? Come riporta lo spot, significa anche arrivare a gesti insensati per altri, ma importanti per sé stesse.

 4 Lo spot di Gillette per sensibilizzare gli uomini

 

Gillette apre il suo spot chiedendo se è questo il meglio che un uomo può fare, mostrando poi una serie di situazioni dove padri o amici giustificano determinate azioni pensando che così si debba agire, magari perché tutti si comportano in quel modo, senza vedere che la propria reazione influisce negativamente o positivamente e dimenticandosi che la propria voce conta.

Forse tra i messaggi più potenti fatti nel tempo, Gillette pone l’attenzione sulla causa e non sul problema, rivolgendosi agli uomini, a tutti i maschi prima ancora che alle vittime, lanciando un messaggio davvero raro e potente.

“Boys will be boys” è solo una giustificazione sbagliata a comportamenti sbagliati.
Serve ricordare sempre quanto ognuno di noi possa fare la differenza e che non basta “lasciar correre” ma a volte, serve mettere da parte timori e dubbi e schierarsi e agire per un mondo migliore, fosse anche per una sola persona.

Contro violenze e stalking vissute da te o da chi conosci, non esitare a chiamare il numero antiviolenze: 1522
Informazioni al sito ufficiale.

TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >