Assassinio sull'Orient Express Cast
TV e Cinema
di Eva Cabras 5 Dicembre 2017

Assassinio sull’Orient Express, un remake carino e nulla più

Il Poirot di Kenneth Branagh non ha il fascino dello Sherlock di Robert Downey Jr., tantomeno di quello interpretato da Benedict Cumberbatch. Peccato

 

Film gialli e Natale stanno bene insieme come zenzero e cannella, sono la coppia vincente da vivere nel freddo dell’inverno e Assassinio sull’Orient Express avrebbe potuto entrare a fare parte di questa festiva tradizione. Avrebbe, perché in realtà qualcosa nel film diretto e interpretato da Kenneth Branagh proprio non funziona. Il cast era quello giusto e la storia di partenza era tra le più iconiche della letteratura di Agatha Christie, ma la volontà di farne più un film action che un mistero da risolvere lo condanna a essere gradevole e poco altro.

La storia la conosciamo tutti e in molti sappiamo anche come va a finire, il che rende ancora più difficile mantenere interessante lo svolgimento. Il celebre detective belga Hercule Poirot si trova sul treno Orient Express di ritorno da un soggiorno a Istanbul. Nel bel mezzo del viaggio, uno dei passeggeri viene ucciso e all’investigatore tocca il compito di scoprire il colpevole, approfittando della tempesta di neve che blocca la ciurma nelle lande desolate dell’Est Europa.

 

Kenneth Branagh

 

Che ci si imbatta per la prima volta nella storia o che si conoscano già a menadito il libro della Christie e il suo primo adattamento del 1974 firmato da Sidney Lumet, gli intrighi di Assassinio sull’Orient Express saranno comunque capaci di tenervi svegli. Il problema sorge con l’operazione di restyling, con il tentativo di inserire un classico a tutti gli effetti nel filone di azione intellettuale che tanto ha funzionato per il britannico Sherlock Holmes. Ecco che arrivano gli inseguimenti, le gag da fenomeno che predice il comportamento dei criminali, le carrellate e i paesaggi in CGI neanche troppo fatte bene e il protagonismo di un Poirot belloccio che ruba la scena ai drammi interni alla cerchia dei viaggiatori.

 

Judi Dench

 

Kenneth Branagh ha voluto rendere cool il suo Poirot, ma senza lo humor e la sbruffoneria dello Sherlock Holmes cinematografico di Robert Downey Jr diretto da Guy Ritchie o dello Sherlock televisivo di Benedict Cumberbatch. Poco spazio è rimasto per le interpretazioni di Willem Dafoe, Johnny Depp, Michelle Pfeiffer e Judi Dench (regina assoluta del cast), tutti sacrificati all’ombra del detective da franchising, come preannunciato dall’aggancio nel finale a un altro libro di Agatha Christie, Poirot sul Nilo. In sintesi, quello che avrebbe potuto essere un nuovo appuntamento fisso delle feste è diventato un film da vedere sul divano dopo l’abbuffata di Natale, appassionante giusto per il dormiveglia in fase di digestione.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di VitoManoloRoma

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari VitoManoloRoma Attualmente vive a Milano e lavora come freelance in qualità di grafico, illustratore, animatore e fumettista. Si forma presso il Liceo Artistico statale di Busto Arsizio, poi la compagnia di teatro sperimentale Radicetimbrica e termina gli studi al Politecnico di Milano dove si avvicina al Graphic Design. Durante i primi anni di professione come progettista e illustratore in alcuni studi di grafica milanesi, continua a disegnare e partecipa a mostre collettive di illustratori, fra le quali «Spaziosenzatitolo» (Roma), «Doppiosenso» (Beirut) e «Manifesta» (Milano). Con il collettivo di satira a fumetti L’antitempo fonda l’omonima rivista con la quale vince il Premio Satira 2013 come miglior realtà editoriale italiana. Appassionato di musica africana, afroamericana e jamaicana, colleziona vinili che seleziona con i collettivi Bigshot! e Soulfinger nei locali neri e non di Milano. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Luca Zamoc

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Luca Zamoc Luca Zamoc è nato a Modena nel 1986. Sin da piccolo ha trovato ispirazione nei fumetti anni ‘80, nella Bibbia e nell’anatomia umana. Ha frequentato l’Accademia delle Belle Arti di Milano, dove ha conseguito un titolo in Graphic Design & Art Direction. Il suo lavoro abbraccia diversi media, dal digitale ai muri, passando all’inchiostro, carta e fumetto. Negli ultimi anni ha lavorato e vissuto in diverse città quali Milano, Berlino, Londra, Los Angeles, New York e Istanbul. Oggi vive e lavora a Barcellona. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Monica Bellucci Serigrafia di Checko's art

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Checko's art Nato nel 1977 a Lecce. Uno degli esponenti della Street Art italiana. Il suo percorso artistico ha inizio a Milano nel 1995 come writer. Attualmente abita al 167B «STREET», uno spazio fisico dedicato all’arte che, partendo dalla periferia (la 167B di Lecce, noto quartiere popolare), si propone come centro espositivo in continua mutazione. I suoi lavori si basano prettamente su murales, realizzati negli spazi pubblici, non solo con intento di riqualificare le zone grigie, ma per comunicare con le nuove generazioni. Ha partecipato a numerose mostre d’arte e contest collettivi in Italia e all’estero. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Martina Merlini

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Martina Merlini Martina Merlini, artista visiva bolognese, classe 1986, vive e lavora a Milano. Il percorso artistico di Martina Merlini si snoda multiformemente nel solco dell’esplorazione, coinvolgendo una pluralità di tecniche, materiali e supporti che convergono nella ricerca di un equilibrio formale delicatamente costruito sull’armonia di elementi astratti e geometrici. Attiva dal 2009, ha esposto in numerose gallerie europee e americane. Dal 2010 al 2013, insieme a Tellas, intraprende il progetto installativo Asylum, che viene presentato a Palermo, Bologna, Milano e Foligno. Nell’estate del 2012 viene invitata a partecipare a Living Walls, primo festival di Street Art al femminile, ad Atlanta. Nel dicembre 2013 inaugura la sua seconda personale, «Wax» all’interno degli spazi di Elastico, Bologna, dove indaga l’utilizzo della cera come medium principale del suo lavoro, ricerca approfondita nella sua prima personale americana, «Starch, Wax, Paper & Wood», presso White Walls & Shooting Gallery, San Francisco. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
5,00 €

Borsa "MI AMI Festival 2019"

La borsa ufficiale del “MI AMI Festival 2019”. Bag bianca cotone con illustrazione nera di Andrea De Luca.  
15,00 €

MAGLIETTA MI AMI 2019 BIANCA

Maglietta t-shirt American Apparel N2001W bianca, con illustrazione  completa del MI AMI FESTIVAL 2019 di Andrea De Luca davanti e lineup artisti dietro.  
10,00 €

-GIGA +FIGA

100% cotone Maglietta nera Serigrafia con slogan minimalista per nerd con stile. Gli ordini saranno evasi dopo il MI AMI.
25,00 €

KIT GARDENER "MI AMI Festival 2020"

Kit GARDENER “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper due kit semi: un kit passiflora, peperoncino, melanzana e un kit mimosa, pisello, salvia Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >