Assassinio sull'Orient Express Cast
TV e Cinema
di Eva Cabras 5 Dicembre 2017

Assassinio sull’Orient Express, un remake carino e nulla più

Il Poirot di Kenneth Branagh non ha il fascino dello Sherlock di Robert Downey Jr., tantomeno di quello interpretato da Benedict Cumberbatch. Peccato

 

Film gialli e Natale stanno bene insieme come zenzero e cannella, sono la coppia vincente da vivere nel freddo dell’inverno e Assassinio sull’Orient Express avrebbe potuto entrare a fare parte di questa festiva tradizione. Avrebbe, perché in realtà qualcosa nel film diretto e interpretato da Kenneth Branagh proprio non funziona. Il cast era quello giusto e la storia di partenza era tra le più iconiche della letteratura di Agatha Christie, ma la volontà di farne più un film action che un mistero da risolvere lo condanna a essere gradevole e poco altro.

La storia la conosciamo tutti e in molti sappiamo anche come va a finire, il che rende ancora più difficile mantenere interessante lo svolgimento. Il celebre detective belga Hercule Poirot si trova sul treno Orient Express di ritorno da un soggiorno a Istanbul. Nel bel mezzo del viaggio, uno dei passeggeri viene ucciso e all’investigatore tocca il compito di scoprire il colpevole, approfittando della tempesta di neve che blocca la ciurma nelle lande desolate dell’Est Europa.

 

Kenneth Branagh

 

Che ci si imbatta per la prima volta nella storia o che si conoscano già a menadito il libro della Christie e il suo primo adattamento del 1974 firmato da Sidney Lumet, gli intrighi di Assassinio sull’Orient Express saranno comunque capaci di tenervi svegli. Il problema sorge con l’operazione di restyling, con il tentativo di inserire un classico a tutti gli effetti nel filone di azione intellettuale che tanto ha funzionato per il britannico Sherlock Holmes. Ecco che arrivano gli inseguimenti, le gag da fenomeno che predice il comportamento dei criminali, le carrellate e i paesaggi in CGI neanche troppo fatte bene e il protagonismo di un Poirot belloccio che ruba la scena ai drammi interni alla cerchia dei viaggiatori.

 

Judi Dench

 

Kenneth Branagh ha voluto rendere cool il suo Poirot, ma senza lo humor e la sbruffoneria dello Sherlock Holmes cinematografico di Robert Downey Jr diretto da Guy Ritchie o dello Sherlock televisivo di Benedict Cumberbatch. Poco spazio è rimasto per le interpretazioni di Willem Dafoe, Johnny Depp, Michelle Pfeiffer e Judi Dench (regina assoluta del cast), tutti sacrificati all’ombra del detective da franchising, come preannunciato dall’aggancio nel finale a un altro libro di Agatha Christie, Poirot sul Nilo. In sintesi, quello che avrebbe potuto essere un nuovo appuntamento fisso delle feste è diventato un film da vedere sul divano dopo l’abbuffata di Natale, appassionante giusto per il dormiveglia in fase di digestione.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

15,00 €

La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia

Scarica gratuitamente l'ebook de La Bella Nostalgia in tutti i formati QUI   "La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia" di Simone Stefanini parla di mode, film, telefilm, musica, porno, orrori e gioie di due decenni contrapposti di cui oggi abbiamo rivalutato ogni lascito. Una riflessione tragicomica sulla retromania in Italia, una macchina del tempo a metà tra la DeLorean di Ritorno al Futuro e la Bianchina di Fantozzi. 200 pagine - edizione limitata di 50 copie firmata e numerata dall'autore. Edizioni Brava Gente - Betterdays    
10,00 €

Maglietta unicorno Better Days

100% cotone Maglietta bianca Serigrafia con l'unicorno di ANDREA MININI realizzata per il Better Days Festival 2016.  
5,00 €

Borsa "La bellezza fa 40"

La borsa ufficiale della mostra "La bellezza fa 40" disegnata da Alessandro Baronciani serigrafata a mano da Corpoc. Bag bianca cotone con illustrazione nera.  
10,00 €

Maglietta Amarti mi affatica

100% cotone Maglietta bianca Serigrafia con scritta "Amarti m'affatica".
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Ester Grossi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Ester Grossi Nata ad Avezzano (AQ) nel 1981. Diplomata in Moda, Design e Arredamento presso l’Istituto d’Arte Vincenzo Bellisario, nel 2008 ha conseguito la laurea specialistica in Cinema, Televisione e Produzione Multimediale presso il DAMS di Bologna. Si dedica da anni alla pittura e ha all’attivo diverse mostre in Italia e all’estero; è vincitrice del Premio Italian Factory 2010 e finalista del Premio Cairo 2012. Nel 2011 è stata invitata alla 54° Biennale di Venezia (Padiglione Abruzzo). Come illustratrice ha realizzato manifesti per festival di cinema e musica (Imaginaria Film Festival, MIAMI, Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto) e cover per album di band musicali (A Classic Education, LIFE&LIMB). Collabora frequentemente con musicisti per la realizzazione di mostre e installazioni pittoriche-sonore. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
5,00 €

Borsa "MI AMI Festival 2019"

La borsa ufficiale del “MI AMI Festival 2019”. Bag bianca cotone con illustrazione nera di Andrea De Luca.  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Alessandro Ripane

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Ripane Alessandro Ripane è nato a Genova nel 1989. Ha vissuto e lavorato in Svezia. A causa della mancanza di animali selvaggi nella città di Genova, Alessandro si è comprato molti libri sull’argomento. A causa della mancanza di supereroi nella città di Genova, Alessandro si è comprato un sacco di fumetti a tema. È diventato quindi un esperto in entrambe le categorie, anche se ora disegna un po’ di tutto, tranne gli alieni, perché non è sicuro di come siano vestiti. Ora è impegnato a combattere la caduta dei capelli, a comporre una sofisticata musica del futuro, a imparare come disegnare gli alieni e a guardare tutti i film sui mostri e gli zombi che non ha ancora visto. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
15,00 €

MAGLIETTA MI AMI 2019 CUORE BIANCA

Maglietta t-shirt American Apparel N2001W bianca, con illustrazione "Cuore" del MI AMI FESTIVAL 2019 di Andrea De Luca davanti e lineup artisti dietro.  
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >