Tanti auguri a Natalie Portman, 35 anni al cinema da Léon a Terrence Malick

Intelligente, bellissima, affascinante: sempre la migliore

Natalie Portman e Jean Reno sul set di Léon  Natalie Portman e Jean Reno sul set di Léon (1994)

 

Il 9 giugno deve essere un buon giorno per nascere, se volete essere belli in modo assurdo: è infatti il compleanno di Johnny Depp – e il nostro Simone Stefanini qui ce lo ricorda con un po’ di foto – e anche di Natalie Portman.

Attrice di cittadinanza israeliana naturalizzata statunitense, ha all’attivo una carriera importante, cominciata ai tempi di Léon, il film di Luc Besson – con protagonista Jean Reno – che la fece conoscere al mondo nel 1994, quando aveva appena 13 anni.

 

natalie13  Natalie Portman in Il cigno nero, di Darren Aronofsky (2010)

 

Natalie Portman, da adolescente “adottata” da un sicario che amava bere latte, è cresciuta, è diventata col tempo una brava attrice, nonché una delle donne più affascinanti del mondo: e già che c’era anche una delle star di Hollywood più intelligenti.

 

Natalie Portman in Mars Attacks, di Tim Burton (1996)  Natalie Portman in Mars Attacks, di Tim Burton (1996)

 

Nata nel 1981, oggi compie 35 anni, e noi vogliamo celebrarla con un po’ di scatti dai suoi film più famosi. Ma invece, volendo farci un po’ una cultura sulla filmografia di Natalie Portman, da dove potremmo partire? Sicuramente dall’esordio, da Léon, del 1994. Un grande film ancora oggi, a ventidue anni dall’uscita.

 

Natalie Portman in un collage da Closer, di Mike Nichols (2004)  Natalie Portman in un collage da Closer, di Mike Nichols (2004)

 

Per proseguire sicuramente con Heat – La sfida, del 1995, grande thriller ispirato alla tradizione del noir francese, con alla regia Michael Mann, dove Natalie interpreta il ruolo della figliastra di Al Pacino. E poi? E poi nel 1999 diventa Padmé Amidala in Star Wars: Episodio I – La minaccia fantasma. Resterà anche nei due episodi successivi della trilogia, diretti sempre da George Lucas.

 

 

Il 2004 è un anno di svolta, recita in Closer, di Mike Nichols, e l’anno successivo bissa il successo con V per Vendetta, regia di James McTeigue (2005). La consacrazione? Arriva nel 2010 con Il cigno nero, di Darren Aronofsky. Ha lavorato anche con Terrence Malick, e negli ultimi anni ha presentato a Cannes – nel 2015 – A Tale of Love and Darkness che ha scritto, diretto e interpretato. È un elenco parziale: ma è comunque un inizio.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

5,00 €

BEVANDA DEL DESIDERIO "MI AMI Festival 2020"

Lattina ufficiale “MI AMI Festival 2020”, grafica disegnata da Alkanoids. Contiene desiderio, come è giusto che sia fatene l'uso che preferite. La bevanda che avresti voluto bere.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Giò Pistone

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Giò Pistone Gio Pistone è nata a Roma. La scelta dei soggetti, spesso figure di fantasia tendenti al mostruoso, caratterizzati da colori molto forti, nasce prestissimo a seguito di incubi notturni. Disegnarli il mattino seguente fu un’idea della madre per affrontare la paura. Presto gli incubi si sono trasformati in vere e proprie visioni da cui ancora oggi attinge. Si è appassionata alla scenografia di teatro dove ha continuato ad approfondire i suoi sogni e il suo innato amore per il grande. In seguito ha lavorato e viaggiato con La Sindrome Del Topo, un gruppo di creatori di strutture di gioco e sogno, con cui si occupava di disegnare, costruire e progettare giostre e labirinti. Ha cominciato a lavorare in strada nel ‘98 attaccando in giro per Roma i suoi disegni fotocopiati. Ha collaborato con varie realtà italiane e internazionali. Ha partecipato a mostre in tutta Europa in particolare presso il Museo MADRE di Napoli, l’Auditorium di Roma, il Museo Macro di Roma e partecipato ad eventi di Street Art quali «Scala Mercalli», «Pop up», «Subsidenze», «Visione Periferica», «Alterazioni», «M.U.Ro». Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
28,00 €

KIT "MI AMI Festival 2020"

KIT “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper un kit semi misti a scelta una lattina bevanda del desiderio Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
17,00 €

KIT OUTFIT “MI AMI Festival 2020”

KIT OUTFIT “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
15,00 €

Maglietta "La bellezza fa 40"

100% cotone Maglietta bianca Gildan Heavy Cotton Illustrazione di Alessandro Baronciani per la mostra "La bellezza fa 40" Serigrafata a mano da Corpoc.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di StencilNoire

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari StencilNoire StencilNoire, classe ’75, vive e opera in un paesino del sud Italia, Massafra, dove le problematiche socio-culturali danno spunto quotidiano alle sue opere. Veterano dell’uso del colore, sin da bambino ha fatto dell’arte la sua più grande passione, sperimentando tutte le tecniche artistiche, dai colori a olio, al carboncino, all’aerografo, approdando, nel ’95, nella cultura dello stencil e dello sticker. Ha partecipato a numerosi eventi, sia a livello personale, che col gruppo «South Italy Street Art», del quale è co-fondatore. Fra gli ultimi eventi si annoverano le partecipazioni allo Jonio Jazz Festival, svoltosi a Faggiano (TA), al Calafrika music Festival svoltosi a Pianopoli (CZ), e a Residence Artistic in Country Secret Zone, un esperimento artistico di Street Art chiamato «Torrent 14» organizzato da Biodpi in collaborazione con Ortika, svoltosi a Sant’Agata de’Goti. Vincitore della giuria artisti del 1° Concorso Internazionale d’Arte su Vinile, organizzato dall’associazione Artwo in collaborazione con Ortika Street Art Lovers, dedicato a Domenico Modugno, in occasione dei 20 anni della sua scomparsa. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Locandina de "Il Film del Concerto" di Andrea Laszlo De Simone

Locandina numerata e autografata del Film del Concerto di Andrea Laszlo De Simone con l'Immensità Orchestra, in triennale di Milano. L'illustrazione originale della locandina è a cura di Irene Carbone, illustratrice e fumettista torinese con studi alla Scuola Internazionale di Comics, dal 2015 nel duo creativo Irene&Irene e da tempo coinvolta nel progetto Andrea Laszlo De Simone per la realizzazione delle copertine dei dischi "Immensità" ed "Ecce Homo", i video d'animazione "11:43" e "Sparite Tutti", oltre ad aver ideato la creatività della cover digitale di "VIVO". Per “Il Film Del Concerto” ha realizzato a mano un'opera che riconduce al migliore immaginario cinematografico di Federico Fellini. L'opera sarà stampata in pochissime copie in edizione limitata, autografate dagli artisti.  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Luca Zamoc

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Luca Zamoc Luca Zamoc è nato a Modena nel 1986. Sin da piccolo ha trovato ispirazione nei fumetti anni ‘80, nella Bibbia e nell’anatomia umana. Ha frequentato l’Accademia delle Belle Arti di Milano, dove ha conseguito un titolo in Graphic Design & Art Direction. Il suo lavoro abbraccia diversi media, dal digitale ai muri, passando all’inchiostro, carta e fumetto. Negli ultimi anni ha lavorato e vissuto in diverse città quali Milano, Berlino, Londra, Los Angeles, New York e Istanbul. Oggi vive e lavora a Barcellona. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >