Ho provato su Netflix i film interattivi in cui puoi scegliere il finale e mi si è aperto un mondo

I filmati a scelta multipla potrebbero diventare il futuro dell’intrattenimento televisivo. Ho immaginato tutte le possibilità

 

Quando ho letto la notizia che Netflix avrebbe iniziato a mettere in catalogo dei film con la trama a scelta multipla, in cui decidi tu il finale, sono rimasto un po’ sconcertato. Sapete, il discorso sulla libertà dell’autore che sarebbe venuta meno e altri pensieri tanto alti quanto vani. Poi ieri ho provato il primo dei filmati interattivi, un cartone animato intitolato Il gatto con gli stivali – Intrappolato in una storia epica e ho iniziato a sognare fortissimo.

Il filmato in se stesso è abbastanza regolare: il gatto, stavolta purtroppo non doppiato da Banderas, si trova intrappolato nel mondo delle altre fiabe e incontra un sacco di personaggi strani, dai tre orsi al dio muscoloso e aggressivo, fino a una Biancaneve possessiva e molto sgradevole. Ogni volta che si trova di fronte a un bivio, che può essere tipo “Vuoi che gli orsi siano amici o nemici del Gatto con gli Stivali?”, si apre una schermata in cui ci sono due scenari selezionabili tramite il telecomando o il touchscreen, che porteranno a due storie diverse, che a loro volta si dirameranno in altre storie, che culmineranno in finali diversi. Se poi non ti piace il finale che hai scelto, puoi iniziare da capo e fare altre scelte.

Mi sono divertito come un bambino e già non pensavo più alla sacralità dell’autore, piuttosto alle mille applicazioni possibili, se questo genere d’intrattenimento prendesse piede anche nei prodotti per adulti o comunque in live action.

La mia mente è volata subito sui giorni spensierati e brufolosi della mia adolescenza nerd, passata tra videogiochi, gite spericolate al fiume per combattere IT e Librogame, quella collana di libri in cui da solo potevi vivere l’esperienza di un gioco di ruolo e cambiare l’avventura che stavi leggendo, grazie alle scelte multiple.

Pensate a film tipo La storia infinita o Jumanji, in cui potremmo prenderci carico di ogni dilemma del protagonista, scegliendo noi per lui, con tutto ciò che ne consegue, inclusa gloria eterna o morte atroce.

 

 

Ho sognato una serie tv basata proprio sui Librogame, in cui ripercorrere le avventure di Lupo Solitario contro i Drakkar e scegliere la strategia della battaglia, oppure una sulla saga de La torre nera di Stephen King, per guidare la mano del pistolero Roland e deviare il Ka.

 

 

Certo, questa nuova interattività non potrebbe certo adattarsi a tutto. Non ci sarà mai una versione di Shining in cui decidi se Danny Torrance alla fine prenda quello o quell’altro sentiero, per giungere a due finali in cui il padre Jack muore assiderato nel tentativo di trovarlo oppure lo raggiunge subito e lo fa a pezzi con l’ascia. nel caso di film d’autore, meglio lasciar perdere l’opzione scelta libera del pubblico, a meno che un regista non si accolli di girare un film di 1 ora e mezza che in realtà ne dura 4 o 5, con vari finali tutti da scoprire, però certi generi si presterebbero proprio bene.

 

 

Commedia romantica: Adam Sandler bacia o no Drew Barrymore? Sì, e prende una sberla, No e si suicida vinto dalla disperazione e
dall’inettitudine.

 

 

Horror: la cheerleader bionda insieme al quarterback del college fanno bene ad amoreggiare nella tenda vicino al Lago Maledetto? Sì, e vengono squartati dal machete dello zombie, No e tornano a casa sani e salvi, per poi vivere una vita tranquilla ma complessivamente noiosa fino alla terza età.

 

 

Favola: Vuoi che la Regina Cattiva e Miserabile sia immediatamente soppressa da un cacciatore per errore? Sì e il popolo insorge, applicando un po’ di socialismo reale à la Robespierre nel villaggio, No ed è la storia trita e ritrita di Biancaneve.

 

 

Se ci pensate bene, le applicazioni di questa nuova possibilità interattiva sono davvero milioni, comprese quelle dei film porno (Vuoi che la ragazza seminuda denunci l’idraulico maniaco per atti osceni e vuoi seguire tutto il processo che lo vedrà meschino e imputato?).

 

 

Purtroppo, per ora sono solo disponibili due filmati, quello del gatto e l’altro di Buddy Thunderstruck che arriverà su Netflix il 14 luglio. Entrambi progettati per bambini, niente per adulti all’orizzonte, ma noi vogliamo crederci. Power to the people sul divano!

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

28,00 €

KIT "MI AMI Festival 2020"

KIT “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper un kit semi misti a scelta una lattina bevanda del desiderio Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Giò Pistone

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Giò Pistone Gio Pistone è nata a Roma. La scelta dei soggetti, spesso figure di fantasia tendenti al mostruoso, caratterizzati da colori molto forti, nasce prestissimo a seguito di incubi notturni. Disegnarli il mattino seguente fu un’idea della madre per affrontare la paura. Presto gli incubi si sono trasformati in vere e proprie visioni da cui ancora oggi attinge. Si è appassionata alla scenografia di teatro dove ha continuato ad approfondire i suoi sogni e il suo innato amore per il grande. In seguito ha lavorato e viaggiato con La Sindrome Del Topo, un gruppo di creatori di strutture di gioco e sogno, con cui si occupava di disegnare, costruire e progettare giostre e labirinti. Ha cominciato a lavorare in strada nel ‘98 attaccando in giro per Roma i suoi disegni fotocopiati. Ha collaborato con varie realtà italiane e internazionali. Ha partecipato a mostre in tutta Europa in particolare presso il Museo MADRE di Napoli, l’Auditorium di Roma, il Museo Macro di Roma e partecipato ad eventi di Street Art quali «Scala Mercalli», «Pop up», «Subsidenze», «Visione Periferica», «Alterazioni», «M.U.Ro». Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
5,00 €

Borsa "La bellezza fa 40"

La borsa ufficiale della mostra "La bellezza fa 40" disegnata da Alessandro Baronciani serigrafata a mano da Corpoc. Bag bianca cotone con illustrazione nera.  
10,00 €

KIT GARDENING “MI AMI Festival 2020”

KIT GARDENING “MI AMI Festival 2020” Contiene: una shopper un kit passiflora, peperoncino, melanzana un kit mimosa, pisello, salvia Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Inés Sastre Serigrafia di Alessandro Baronciani

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Baronciani Alessandro Baronciani vive a Pesaro e lavora a Milano come Art Director, grafico e illustratore. Ha lavorato per diverse agenzie pubblicitarie come direttore di campagne a cartoni animati. Le sue illustrazioni sono state stampate per molti brand come Martini, Coca Cola, Bacardi, Nestlè, Audi, Poste Italiane e Vodafone. Lavora per libri per bambini pubblicati da Mondadori, Feltrinelli e Rizzoli, quest’ultima ha anche pubblicato il suo primo libro, Mi ricci!, completamente pensato, scritto e illustrato da lui. Alessandro disegna fumetti. Ha pubblicato 3 libri di fumetti intitolati Una storia a fumetti, Quando tutto diventò blu e Le ragazze dello studio Munari. Per molti anni ha disegnato e pubblicato i suoi fumetti da solo, come un esperimento fai-da-te mai provato prima in Italia: i suoi fumetti venivano spediti in abbonamento e gli abbonati diventano parte delle storie che disegnava. Suona inoltre la chitarra e canta nella punk band di culto Altro. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Alessandro Ripane

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Ripane Alessandro Ripane è nato a Genova nel 1989. Ha vissuto e lavorato in Svezia. A causa della mancanza di animali selvaggi nella città di Genova, Alessandro si è comprato molti libri sull’argomento. A causa della mancanza di supereroi nella città di Genova, Alessandro si è comprato un sacco di fumetti a tema. È diventato quindi un esperto in entrambe le categorie, anche se ora disegna un po’ di tutto, tranne gli alieni, perché non è sicuro di come siano vestiti. Ora è impegnato a combattere la caduta dei capelli, a comporre una sofisticata musica del futuro, a imparare come disegnare gli alieni e a guardare tutti i film sui mostri e gli zombi che non ha ancora visto. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
15,00 €

La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia

Scarica gratuitamente l'ebook de La Bella Nostalgia in tutti i formati QUI   "La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia" di Simone Stefanini parla di mode, film, telefilm, musica, porno, orrori e gioie di due decenni contrapposti di cui oggi abbiamo rivalutato ogni lascito. Una riflessione tragicomica sulla retromania in Italia, una macchina del tempo a metà tra la DeLorean di Ritorno al Futuro e la Bianchina di Fantozzi. 200 pagine - edizione limitata di 50 copie firmata e numerata dall'autore. Edizioni Brava Gente - Betterdays    
5,00 €

KIT SEMI "MI AMI Festival 2020": MIMOSA, PISELLO, SALVIA

Kit semi misti “MI AMI Festival 2020”, grafica disegnata da Alkanoids. Il desiderio che avresti voluto piantare. Il kit ufficiale contiene: Mimosa Pudica Denominata anche la Sensitiva, la Mimosa Pudica è così casta che basta sfiorarla per innescare una timida reazione nei suoi rami. Al minimo tocco, infatti, le foglie si ripiegano su se stesse, mentre il picciolo si abbassa, creando un danzante movimento con i suoi leggeri fiori rotondi. Oltre a fuggire da incontri hot con oggetti e persone, questo comportamento la caratterizza nelle ore notturne, evitando così incontri ravvicinati. Pisello Viola Désirée Il Pisello Viola è un varietà molto antica, dall’aspetto affascinante per il suo insolito colore, al suo interno, invece, conserva la sua tipica tinta verde. Come ogni varietà è un simbolo -oltre fallico- lunare, nei sogni infatti è sinonimo di fecondità. Molto apprezzato per il suo sapore delicato è l’ideale per zuppe e principesse dal gusto raffinato e desiderose di riposare su un raro ortaggio. Salvia Rossa Famosa per essere utilizzata da Cleopatra come afrodisiaco, la Salvia è una pianta carica di proprietà. Oltre ad accendere la libido negli amanti, è portatrice di sogni profetici, piacere fisico e fertilità. La forma e l’aspetto rugoso del fogliame le donano la nomina di lingua vegetale, per gli animi più romantici la Salvia Splendens, o Rossa, ricorda la sagoma di un cuore. Contiene desiderio, come è giusto che sia fatene l’uso che preferite. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >