Web
di Simone Stefanini 22 Marzo 2017

Perché Now TV, Infinity e Prime Video dovrebbero essere come Netflix

A un anno di distanza dalla diffusione dei servizi di streaming anche in Italia, tiriamo le somme su cosa va e cosa non va

 

Quasi un anno fa ho scritto un articolo riguardante le maggiori app di streaming  per film, serie tv e show originali. Ho sfruttato il primo mese gratuito di Netflix, Infinity, Sky Online (ora diventata Now Tv) e TIM Vision, e ne ho tratto un po’ di conclusioni.

A distanza di circa un anno, le cose sono un po’ cambiate e dopo qualche gioia e un sacco di parolacce, mi è venuta voglia di condividere la mia esperienza con voi. Purtroppo ho lasciato TIM Vision e ho reso il decoder, perché non ho più l’abbonamento con la compagnia telefonica, ma ho implementato il mio raggio d’azione con RaiPlay e Prime Video, inoltre ho comprato un Google Chromecast per guardare lo streaming anche in camera da letto, in modalità Luigi XVI prima della rivoluzione.

 

 netflix

L’offerta economica di Netflix è la stessa, 9,99 € al mese per tutti i contenuti in HD e due sessioni contemporaneamente. Nel caso voglia procedere con l’Ultra HD per i contenuti 4K, c’è un’offerta mensile a 11,99 € al mese, ma per ora sto bene così.

I contenuti sono ampliati e se l’anno scorso ero contento delle serie tv ma lamentavo la mancanza in catalogo di film decenti, quest’anno sono assolutamente soddisfatto dell’offerta. Basti pensare che uno dei suoi film originali, Hell or High Water è stato addirittura candidato agli Oscar. Molto bello anche I Don’t Feel Like Home In This World Anymore, oltre ai documentari strepitosi e alle serie tv tra li più belle uscite ultimamente, Black MirrorStranger Things, The Crown, Love e The OA su tutte. Ottimo il catalogo di stand up comedy americana, l’unica lamentela che ho da fare è per Netflix Italia, che carica contenuti non all’altezza di quelli americani, dal comizio politico travestito da spettacolo comico di Grillo ai film di cassetta tipo Stai lontana da me con Ambra e Brignano, Immaturi o Checco Zalone, che fanno un po’ a botte coi documentari sui vulcani di Herzog. La sua app è sempre puntuale, non si blocca mai, è intuitiva e dovrebbe davvero costituire uno standard per l’industria, e invece.

 

 infinity

Riguardo quello che per me l’anno scorso era il principale competitor streaming di netflix, cioè Infinity di Mediaset, la qualità dei suoi contenuti è un po’ calata, e dopo che sono scaduti i diritti sull’opera omnia dello Studio Ghibli, di roba da vedere assolutamente ce n’è davvero poca. A parte i grandi classici italiani, di cui detiene i diritti la Silvio Berlusconi Communication e che basta un mese per vedere tutti, potrebbe valere la pena di sfruttare il mese gratuito se vi piacciono Mr. Robot, Shameless e The Big Bang Theory, altrimenti potete pure lasciar perdere. I film sono quelli di cassetta, che vedrete in tv qualche mese dopo. La sua app si blocca spesso e quando guardi una serie tv, gli episodi non vano avanti in automatico. A volte non tiene neanche il conto di dove sei arrivato, facendoti imprecare malamente. Personalmente, finisco la stagione di TBBT alla quale sono affezionato e poi lascio.

 

 nowtv

Su Now TV puntavo tutto, speravo addirittura potesse competere testa testa con Netflix, dopo il passaggio di nome e il rinnovo dell’app, ma purtroppo questo cambiamento non c’è stato. Peccato perché a livello di contenuti di qualità vince su tutto, ha le serie tv più attese, Game of ThronesThe Night Of, Westworld, The Walking Dead, in più ha anche i canali Intrattenimento, con tutti gli show originali tipo X Factor, Masterchef, Italia’s Got Talent, E poi c’è Cattelan, tutti i documentari di Sky Arte che da soli valgono il prezzo. Oltre alle serie e all’intrattenimento, anche il canale Cinema è abbastanza aggiornato con film per tutti i gusti, mentre il canale Sport non lo calcolo, ma quelle sono cose mie, sicuramente è fatto bene. Allora qual è il problema? Presto detto: il prezzo è del tutto esoso rispetto ai competitor. 14 giorni gratis per i nuovi arrivati, poi, al momento, un mese di Cinema, Intrattenimento e Serie TV a 14,99 € che diventano il mese successivo 22,98 €. Praticamente, più del doppio rispetto a Netflix, ma ci si potrebbe al limite stare, viste le prime visioni e gli show e le serie tv che sono esclusiva Sky (sì, anche la prossima stagione di Twin Peaks sarà qui). Il guaio è che NOW Tv ha un’app veramente indisponente, che si blocca,non mi permette di andare avanti veloce senza crashare, non consente di passare da un episodio all’altro automaticamente e per tornare al menu ci vogliono infiniti passaggi, in più non funziona su Chromecast. Una notte, in uno dei miei sogni proibiti, ho immaginato i contenuti di NOW Tv nell’app di Netflix e ho pianto di gioia, poi mi sono svegliato tutto sudato, as usual.

 

 prime video

Prime Video di Amazon è arrivata da poco in Italia e benché non abbia un catalogo vastissimo, garantisce contenuti di qualità, come le serie tv originali The Man in High Castle o Z, The Beginning of Everything ed è gratis per i clienti di Amazon Prime. Purtroppo la sua app per adesso non funziona né su Ps3, né su Chromecast, costringendomi a guardare i contenuti da laptop o da smartphone.

 

Una piattaforma di streaming molto valida è RaiPlay, di cui abbiamo già tessuto le lodi: oltre ai programmi Rai odierni, un sacco di documentari e show della Rai dei tempi d’oro, tutto gratis e si può vedere pure in tv tramite Chromecast e giustifica almento in parte l’esoso abbonamento in bolletta Enel.

 

Al netto della validità dei contenuti, oggi l’offerta in streaming è variegata e complessa, il mercato è in crescita e la cosa che salta all’occhio è palese: il modello da seguire, quando si parla di app che funzionino sulle smart tv, è solo quello di Netflix. Le altre app sviluppate per gli italianissimi Infinity e NOW Tv purtroppo non sono all’altezza delle aspettative e se tutte e tre le piattaforme avessero la stessa serie tv, di sicuro la guarderei su Netflix, che sembra nata apposta per il binge watching. 

La mia chimera? Un aggregatore in cui poter scegliere tra tutti i contenuti di tutti i servizi in streaming a cui sono abbonato, con un’app decente e funzionante su pc, tablet, smartphone, console, Chromecast e smart tv. Chiedo troppo?

 

LEGGI ANCHE:

Le regole fondamentali per fare la perfetta maratona di serie tv

20 regali fantastici per i maniaci delle serie tv

10 segnali che sei totalmente dipendente dalle serie tv

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

5,00 €

Borsa "La bellezza fa 40"

La borsa ufficiale della mostra "La bellezza fa 40" disegnata da Alessandro Baronciani serigrafata a mano da Corpoc. Bag bianca cotone con illustrazione nera.  
10,00 €

-GIGA +FIGA

100% cotone Maglietta nera Serigrafia con slogan minimalista per nerd con stile. Gli ordini saranno evasi dopo il MI AMI.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di CT

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari CT L’opera di CT affonda le sue radici nella cultura del Writing. Dalle prime sperimentazioni, influenzate dagli stili più classici dei graffiti, è passato in modo progressivo ad una ricerca minuziosa capace di cogliere ed evidenziare i cambiamenti del paesaggio urbano. Le fascinazioni ricevute dai graffiti sono tuttavia presenti nelle fasi di questo processo: il soggetto-oggetto della sua analisi, le tecniche utilizzate ed in parte i luoghi scelti per i suoi interventi. L’interesse per il lettering si è quindi trasformato in espediente per lo studio della forma fino ad approdare, oggi, ad una ricerca più ampia relativa allo spazio e alle dinamiche contemporanee. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Giò Pistone

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Giò Pistone Gio Pistone è nata a Roma. La scelta dei soggetti, spesso figure di fantasia tendenti al mostruoso, caratterizzati da colori molto forti, nasce prestissimo a seguito di incubi notturni. Disegnarli il mattino seguente fu un’idea della madre per affrontare la paura. Presto gli incubi si sono trasformati in vere e proprie visioni da cui ancora oggi attinge. Si è appassionata alla scenografia di teatro dove ha continuato ad approfondire i suoi sogni e il suo innato amore per il grande. In seguito ha lavorato e viaggiato con La Sindrome Del Topo, un gruppo di creatori di strutture di gioco e sogno, con cui si occupava di disegnare, costruire e progettare giostre e labirinti. Ha cominciato a lavorare in strada nel ‘98 attaccando in giro per Roma i suoi disegni fotocopiati. Ha collaborato con varie realtà italiane e internazionali. Ha partecipato a mostre in tutta Europa in particolare presso il Museo MADRE di Napoli, l’Auditorium di Roma, il Museo Macro di Roma e partecipato ad eventi di Street Art quali «Scala Mercalli», «Pop up», «Subsidenze», «Visione Periferica», «Alterazioni», «M.U.Ro». Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
17,00 €

KIT OUTFIT “MI AMI Festival 2020”

KIT OUTFIT “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
15,00 €

Maglietta "La bellezza fa 40"

100% cotone Maglietta bianca Gildan Heavy Cotton Illustrazione di Alessandro Baronciani per la mostra "La bellezza fa 40" Serigrafata a mano da Corpoc.
10,00 €

Maglietta Amarti mi affatica

100% cotone Maglietta bianca Serigrafia con scritta "Amarti m'affatica".
25,00 €

KIT GARDENER "MI AMI Festival 2020"

Kit GARDENER “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper due kit semi: un kit passiflora, peperoncino, melanzana e un kit mimosa, pisello, salvia Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >