Frank Matano
TV e Cinema
di Eva Cabras 2 Febbraio 2018

“Sono tornato” porta Benito Mussolini nel 2017 ed è terrorizzante

Mentre uscivo dal cinema dopo aver visto Sono Tornato, il film di Luca Miniero con Massimo Popolizio, Frank Matano e Stefania Rocca sul ritorno di Benito Mussolini nel 2017 in Italia, alle mie spalle c’erano due ragazzi sui venticinque anni. Uno dei due fa: “Oh, ma guarda che quelli intervistati sono persone normali, mica attori” e l’altro risponde: “Incredibile, ci sono ancora”. Ho tirato un sospiro di sollievo, perché sono uscita dalla proiezione con il terrore nel cuore, il terrore di chi è cresciuto con calendari e bustini del Duce per casa neanche trent’anni fa. Ha detto bene il ragazzo, ci sono ancora, quelli che nelle interviste del regista Luca Miniero dicono che ai tempi si stava meglio, anche se ai tempi fisicamente non c’erano neanche.

Sono tornato è l’adattamento italiano di Lui è tornato, film tedesco del 2015 in cui si immaginava la Germania alle prese con la resurrezione di Adolf Hitler. Miniero lo trasforma nella resurrezione di Benito Mussolini, che piomba dal cielo e si intrufola nella società odierna facendosi passare per un comico satirico. Dopo lo shock iniziale del trovarsi in una Roma popolata da immigrati di prima e seconda generazione, coppie gay immuni dalla deportazione e tecnologia, Mussolini si guadagna il favore degli italiani a colpi di media, riportando a galla una spaventosa nostalgia della dittatura.

 

mussolini tornato

 

L’operazione messa in atto da Miniero funziona nonostante il film non sia perfetto al 100%. Qualche piccolo intoppo dovuto alla recitazione o al trattamento macchiettistico di alcuni personaggi non rende comunque Sono tornato meno necessario, perché, come dice Mussolini stesso con la voce e con l’interpretazione di Massimo Popolizio, “Il problema degli italiani è la memoria”. Sono tornato e il suo corrispettivo tedesco sono indispensabili nella loro dualità, sono un paio perfetto, da vedere uno dopo l’altro per rendersi conto che il fascismo non era così diverso dal nazismo, perché non c’è un assassino meno assassino di un altro.

 

Frank Matano

 

A rendere più inquietante l’incubo fanta-politico di Sono tornato è la sua spietata plausibilità, l’uso di discorsi di propaganda che non faticheremmo a sentire in tv anche oggi. Discorsi sulla patria, sulla purezza della razza, sull’indipendenza. Tutto piuttosto attuale. E se il Duce del 2017 viene stigmatizzato nel momento in cui passa dalla teoria all’azione, bastano dieci minuti di baggianate retoriche per far scomparire immediatamente il rancore e lo sdegno di poco prima. Di nuovo, problemi di memoria. Sono tornato dovrebbe spaventarci a morte, farci urlare di indignazione e vergogna, perché quando pensiamo che non sia possibile che vinca ancora quel tipo di follia, ci torna in mente che si diceva “impossibile”, “non succederà mai”, “dice solo cose assurde” anche di Donald Trump. E sappiamo tutti come è andata a finire.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

10,00 €

-GIGA +FIGA

100% cotone Maglietta nera Serigrafia con slogan minimalista per nerd con stile. Gli ordini saranno evasi dopo il MI AMI.
28,00 €

KIT "MI AMI Festival 2020"

KIT “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper un kit semi misti a scelta una lattina bevanda del desiderio Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
5,00 €

MANIFESTO "MI AMI Festival 2020"

MANIFESTO ufficiale “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
17,00 €

KIT DEL DESIDERIO "MI AMI Festival 2020"

KIT DEL DESIDERIO “MI AMI Festival 2020” Contiene: una shopper quattro lattine Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Inés Sastre Serigrafia di Alessandro Baronciani

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Baronciani Alessandro Baronciani vive a Pesaro e lavora a Milano come Art Director, grafico e illustratore. Ha lavorato per diverse agenzie pubblicitarie come direttore di campagne a cartoni animati. Le sue illustrazioni sono state stampate per molti brand come Martini, Coca Cola, Bacardi, Nestlè, Audi, Poste Italiane e Vodafone. Lavora per libri per bambini pubblicati da Mondadori, Feltrinelli e Rizzoli, quest’ultima ha anche pubblicato il suo primo libro, Mi ricci!, completamente pensato, scritto e illustrato da lui. Alessandro disegna fumetti. Ha pubblicato 3 libri di fumetti intitolati Una storia a fumetti, Quando tutto diventò blu e Le ragazze dello studio Munari. Per molti anni ha disegnato e pubblicato i suoi fumetti da solo, come un esperimento fai-da-te mai provato prima in Italia: i suoi fumetti venivano spediti in abbonamento e gli abbonati diventano parte delle storie che disegnava. Suona inoltre la chitarra e canta nella punk band di culto Altro. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Roberta Maddalena

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Roberta Maddalena Artist, creativity trainer Roberta Maddalena nasce a Giussano nel 1981.Vive e lavora a Milano. Laureata in Design per la Comunicazione al Politecnico di Milano, si specializza in parallelo all’università in Incisione Calcografica, e successivamente in cultura tipografica e Type Design. Segue studi musicali, specializzandosi in vocalità extraeuropee ed ergonomia vocale, sviluppando profondo interesse per l’etnomusicologia, in particolare per l’Asia, esperienza che la porterà ad avvicinarsi a calligrafia orientale e danza contemporanea. Da questi percorsi nascono nel 2013 le sue performance a inchiostro, esperienze fondate sulla relazione segno-corpo, e disegni e dipinti in cui forme e colori evocano la realtà universalmente percepibile e conosciuta, ma ne svelano l’aspetto più mistico e intimo. Sempre nel 2013, dopo sei anni di attività come illustratrice, nascono progetti di creativity training rivolti a privati e aziende: workshop in cui i partecipanti sono guidati nello sviluppo della propria creatività fuori dal quotidiano, per sviluppare capacità di osservazione e movimento, applicabili nella vita come nella professione. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
10,00 €

KIT GARDENING “MI AMI Festival 2020”

KIT GARDENING “MI AMI Festival 2020” Contiene: una shopper un kit passiflora, peperoncino, melanzana un kit mimosa, pisello, salvia Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Agricane Serigrafia di DEM

Serigrafia a due colori, dimensioni 20x30 cm Edizione limitata di 40 esemplari DEM Come un moderno alchimista, DEM crea personaggi bizzarri, creature surreali abitanti di un livello nascosto nel mondo degli umani. Eclettico e divertente, attraverso muri dipinti, illustrazioni e installazioni ricche di allegorie, lascia che sia lo spettatore a trovare la chiave per il suo enigmatico e arcano mondo. Oltre ad avere vecchie fabbriche ed edifici abbandonati come sfondo abituale ai suoi lavori, DEM è stato anche ospite alla Oro Gallery di Goteborg e ha preso parte a esposizioni importanti come «Street Art, Sweet Art» (PAC, Milano), «Nomadaz» (Scion Gallery, Los Angeles), «Original Cultures» (Stolen Space Gallery, London) and «CCTV» (Aposthrofe Gallery, Hong Kong). Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >