Tag > pubblicità

Society

I 10 spot pubblicitari della nostra adolescenza, che ancora non ci togliamo dalla testa

Ricordate Olio Cuore, Ferrero Rocher e il pennello Cinghiale? Allora siete dei nostri

candy crush jelly saga
Tech

A Londra ha aperto un enorme castello gonfiabile di Candy Crush

Per il lancio di Jelly Saga hanno fatto le cose in grande stile

android forbici sasso carta
Society AWWW

Carta, forbice, sasso, il commovente spot animato contro il bullismo

L’ha prodotto Android – cioè Google – e insegna che l’unione fa la forza

Idee regalo

Le 10 televendite trash che ci tormentano sul digitale terrestre

Durano anche un’ora intera, in interminabili loop che ipnotizzano il povero spettatore: che rapito compra cose a caso

Society

La nuova campagna Calvin Klein con Justin Bieber e FKA Twigs

I nomi più cool del mondo tutti assieme per una serie di immagini pubblicitarie già molto popolari nei social media

Shampoo su scaffale
Society

Perché non bisogna mai comprare le versioni femminili dei prodotti

Shampoo, accessori, rasoi e molto altro: i prodotti “per lei” sono identici a quelli da uomo, ma costano molto di più

Society

Le 10 pubblicità più innovative e creative del 2015

Queste pubblicità sono le più belle del 2015, per forza del messaggio e resa visiva

Star Taffo
Society

Le geniali pubblicità di un’agenzia di onoranze funebri abruzzese

Abbiamo intervistato Giacomo Taffo, che ha ideato le campagne

Society

Lo spot natalizio di Pornhub è commovente

A Natale regala Pornhub, la tua famiglia ti ringrazierà

TV e Cinema

Il sequel di Twin Peaks c’è già ed è uno spot giapponese in 4 puntate

Quattro mini-episodi e una nuova indagine per l’agente Cooper

Libri

I 10 fumetti più strani e assurdi che abbiate mai letto

Avremmo potuto definirli semplicemente brutti, ma in alcuni casi in realtà si sfiora il capolavoro

The Jackal e le domande
Society

Perché dovremmo affidare tutte le pubblicità progresso ai The Jackal

Dopo il successo dell’ultimo video Le domande degli immigrati agli italiani, è chiaro che la comunicazione sociale andrebbe affidata agli YouTuber