10 motivi per riguardare Sapore di Mare di Carlo Vanzina

“La mia malinconia è tutta colpa tua” e chi lo classifica come trash, di cinema ci capisce veramente poco

Era il febbraio del 1983, quando nelle sale italiane usciva uno dei film più iconici sugli anni ’60: Sapore di Mare, per la regia di Carlo Vanzina, scomparso l’8 luglio 2018. 92 minuti in cui viene condensata la storia di un’estate che cambierà la vita dei suoi protagonisti, nella cornice versiliana di Forte dei Marmi. Chi lo classifica come trash, di cinema ci capisce veramente poco. Sapore di Mare è un gran film, che vale sempre la pena riguardare e se non vi vengono in mente dei motivi sufficienti, ve ne diamo 10 a cui non potrete dire di no.

 

1) Jerry Calà at his best

La gioventù, la vespa, i favolosi anni 60 e l’amore. Jerry interpreta Luca, un ragazzo ricco e spensierato, che passa l’estate in compagnia del fratello Christian De Sica, a far scherzi al bagnino e a tentare di limonare più ragazze possibile. Poi incontra l’amore e lo lascia andare via, come nella più classica delle storie estive. Ed è subito nodo alla gola. Jerry è sul pezzo, non troppo sopra le righe e dalla sua interpretazione si intuisce che oltre ad essere un comico è anche un bravo attore. Se non ci credete, andate a cercare Diario di un vizio di Marco Ferreri, il film d’autore di Jerry.

 

2) Marina Suma è un sogno

Jerry Calà e Marina Suma hanno interpretato insieme anche Un ragazzo e una ragazza, di Marco Risi. Coppia consolidata sullo schermo, in Sapore di Mare si innamorano e poi si perdono, per poi ritrovarsi sul finale, anni dopo. Che dire di lei? Brava, bellissima, mediterranea, il volto perfetto per la commedia all’italiana del tempo. E niente, finiva anche nei giornaletti proibiti, per la gioia di noi giovani. E alla fine ci fa piangere, perché il suo viso sembra fatto apposta per quello.

 

3) I Vanzina hanno girato film da Oscar

Questa cosa che Carlo ed Enrico Vanzina siano considerati registi minori, addirittura trash proprio non ha né capo né coda. Avete presente la bellezza di film come I Fichissimi, Il ras del quartiere, Amarsi un po’ o Vacanze di Natale? Figli di Steno, scrivono in due, uno dirige e creano le migliori commedie degli anni ’80. Non esiste italiano che non abbia mai visto un loro film. Vi pare poco? Ora che Carlo Vanzina ci ha lasciato, il film è ancora più amaro.

 

4) Virna Lisi, la prima vera milf

Senza voler mancare di rispetto alla carriera della grande Virna Lisi, il suo personaggio in questo film vince a mani basse il premio per la più grande milf del cinema italiano. Borghese e annoiata, si lascia corteggiare da un ragazzo che potrebbe essere suo figlio e vista la sua incredibile bellezza, non possiamo proprio biasimarlo.

 

 

5) C’è il Dogui, simbolo di qualità

Dove c’è Guido Nicheli, il cumenda, c’è qualità. Non ha mai voglia di accoppiarsi con la moglie Virna Lisi e vive per le sue auto. Macchine di grande libidine, come le definisce lui. Maestro di vita.

 

 

6)  Karina Huff

L’inglesina bionda che ha fatto impazzire l’Italia nei grandi classici: Sapore di Mare, Vacanze di Natale e Sapore di Mare 2 – un anno dopo è purtroppo scomparsa di recente.

 

7) La colonna sonora meravigliosa

Oltre alla partecipazione di Edoardo Vianello, una colonna sonora spettacolare: Celentano, Rita Pavone, Caterina Caselli, i Rokes, Luigi Tenco, Fred Buongusto, e Gianni Morandi. Il best of dell’amore negli anni ’60, più una Celeste Nostalgia di Cocciante, datata 1982, per il finale dolceamaro.

 

8) Isabella Ferrari praticamente teen

Isabella Ferrari è la fidanzata immaginaria di tutti i ragazzi degli anni ’80. Bella, malinconica, dolce e inarrivabile. Non trovo altro da aggiungere.

 

9) Il vero volto di Alba Parietti

Schermata 2016-02-16 alle 18.23.36 via

Nel finale appare l’Alba, venti volti fa. Questo è quello che lascia invecchiare in cantina, al posto del suo.

 

10) La mia malinconia è tutta colpa tua

Sapore di Mare non è certo un film felice. Ti resta in bocca il gusto un po’ amaro di cose perdute, l’ovosodo che non va ne in su ne in giù. Perché le estati finiscono, un anno se ne va, si diventa grandi e non va proprio a nessuno. Perché non c’è cosa che fa più male del ricordo. Perché se non si diventa grandi, il corpo si allarga ma il cuore rischia di marcire. Perché non esistono amori più immensi e più tristi di quelli di un’estate. Pensate al Lungo Addio di Dylan Dog, pensate alla vostra estate più bella. Perché un’estate fa non c’eri che tu. La mia malinconia è tutta colpa tua, e di qualche film anni ’80.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

10,00 €

Maglietta Amarti mi affatica

100% cotone Maglietta bianca Serigrafia con scritta "Amarti m'affatica".
35,00 €

Inés Sastre Serigrafia di Alessandro Baronciani

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Baronciani Alessandro Baronciani vive a Pesaro e lavora a Milano come Art Director, grafico e illustratore. Ha lavorato per diverse agenzie pubblicitarie come direttore di campagne a cartoni animati. Le sue illustrazioni sono state stampate per molti brand come Martini, Coca Cola, Bacardi, Nestlè, Audi, Poste Italiane e Vodafone. Lavora per libri per bambini pubblicati da Mondadori, Feltrinelli e Rizzoli, quest’ultima ha anche pubblicato il suo primo libro, Mi ricci!, completamente pensato, scritto e illustrato da lui. Alessandro disegna fumetti. Ha pubblicato 3 libri di fumetti intitolati Una storia a fumetti, Quando tutto diventò blu e Le ragazze dello studio Munari. Per molti anni ha disegnato e pubblicato i suoi fumetti da solo, come un esperimento fai-da-te mai provato prima in Italia: i suoi fumetti venivano spediti in abbonamento e gli abbonati diventano parte delle storie che disegnava. Suona inoltre la chitarra e canta nella punk band di culto Altro. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
5,00 €

Borsa "La bellezza fa 40"

La borsa ufficiale della mostra "La bellezza fa 40" disegnata da Alessandro Baronciani serigrafata a mano da Corpoc. Bag bianca cotone con illustrazione nera.  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Moneyless

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Moneyless Nato a Milano nel 1980 Teo Pirisi aka Moneyless. Per anni ha ricercato e investigato i diversi aspetti delle forme e degli spazi geometrici come artista visivo. Dopo essersi diplomato all’Accademia d’Arte di Carrara (corso multimedia), Teo ha frequentato un corso di Design della Comunicazione all’Isia di Firenze. Contemporaneamente sviluppa una carriera artistica che lo porta ad esibire i suoi lavori in spazi pubblici e luoghi abbandonati.Teo è anche graphic designer e illustratore freelance; negli ultimi anni ha partecipato a diverse esibizioni collettive e personali in Italia e nel mondo. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
15,00 €

Maglietta Better Days calligrafica

100% cotone Modello unisex Serigrafia con scritta "Better Days" creata da calligrafo Bizantino Perché c'è sempre bisogno di giorni migliori
70,00 €

SERIGRAFIA "SE MI AMI VALE TUTTO" - ed. limitata firmata - MI AMI 2014

Serigrafia ufficiale della 10° edizione del MI AMI 2014 dimensioni: 50x50 cm stampata a 2 colori (nero + argento) edizione limitata di 50 esemplari ognuna numerata e firmata dall'artista disegnata da Alessandro Baronciani serigrafata a mano da Corpoc venduta non incorniciata (spedita arrotolata in un tubo) disponibili anche la versione UOMO+UOMO e DONNA+DONNA Gli ordini saranno evasi dopo il MI AMI.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di VitoManoloRoma

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari VitoManoloRoma Attualmente vive a Milano e lavora come freelance in qualità di grafico, illustratore, animatore e fumettista. Si forma presso il Liceo Artistico statale di Busto Arsizio, poi la compagnia di teatro sperimentale Radicetimbrica e termina gli studi al Politecnico di Milano dove si avvicina al Graphic Design. Durante i primi anni di professione come progettista e illustratore in alcuni studi di grafica milanesi, continua a disegnare e partecipa a mostre collettive di illustratori, fra le quali «Spaziosenzatitolo» (Roma), «Doppiosenso» (Beirut) e «Manifesta» (Milano). Con il collettivo di satira a fumetti L’antitempo fonda l’omonima rivista con la quale vince il Premio Satira 2013 come miglior realtà editoriale italiana. Appassionato di musica africana, afroamericana e jamaicana, colleziona vinili che seleziona con i collettivi Bigshot! e Soulfinger nei locali neri e non di Milano. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
15,00 €

La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia

Scarica gratuitamente l'ebook de La Bella Nostalgia in tutti i formati QUI   "La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia" di Simone Stefanini parla di mode, film, telefilm, musica, porno, orrori e gioie di due decenni contrapposti di cui oggi abbiamo rivalutato ogni lascito. Una riflessione tragicomica sulla retromania in Italia, una macchina del tempo a metà tra la DeLorean di Ritorno al Futuro e la Bianchina di Fantozzi. 200 pagine - edizione limitata di 50 copie firmata e numerata dall'autore. Edizioni Brava Gente - Betterdays    
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >